Così com’è – …il pomodoro dal sapore amico

cosi-com'e

La scoperta del pomodoro ha rappresentato, nella storia dell’alimentazione, quello che, per lo sviluppo della coscienza sociale, è stata la rivoluzione francese”… Così Luciano De Crescenzo, nel suo inconfondibile stile, celebra la comparsa sulle nostre tavole del pomodoro. Ovviamente lo scrittore napoletano ha in mente la cucina italiana ed in particolar modo quella partenopea che definisce una cucina a «luci rosse» per la presenza illuminante, nella nostra cucina, di quel meraviglioso prodotto della natura che è appunto il pomodoro!

Proprio del pomodoro che oggi vi voglio parlare, ma non di un pomodoro qualsiasi, di un’azienda qualsiasi, ma bensì del piccolo ed amabile “pomodorino” Datterino giallo, Datterino rosso e Pizzutello a marchio GranGusto.

“Così com’è” è un kit degustazione dal design molto elegante ed accattivante (anche per questo potrebbe essere un’ottima idea regalo… pensateci) che comprende un assortimento completo di tutti i prodotti della gamma, ed è perfetto per gustare la genuinità e tutto il sapore intatto del pomodoro sotto vetro in tutte le sue varianti.

cosi-come-02

Ma andiamo per ordine… probabilmente, non tutti sanno che, nonostante sia dominatore indiscusso della gastronomia italiana e largamente diffuso in tutto il mondo, per il suo gusto oltre che per le sue importanti proprietà nutrizionali, il pomodoro ha tuttavia raggiunto le cucine Europee in tempi relativamente recenti e, sebbene importato già nel Cinquecento, soltanto ben due secoli dopo è stato impiegato nell’alimentazione.

La coltivazione della pianta del pomodoro, in Europa è arrivata dagli Spagnoli nel XVI secolo, ma non come ortaggio commestibile, ma semplicemente come pianta ornamentale, in quanto ritenuta velenosa per il suo alto contenuto di solanina, sostanza considerata a quell’epoca dannosa per l’uomo.

Inoltre, al pomodoro venivano attribuiti misteriosi poteri eccitanti ed afrodisiaci e, per tale motivo, veniva impiegato in pozioni e filtri magici dagli alchimisti del ‘500 e del ‘600. Forse ciò aiuta a comprendere anche i primi nomi che le varie lingue europee attribuirono a questa pianta proveniente dal nuovo mondo: love apple in inglese, pomme d’amour in francese, Libesapfel in tedesco e pomo (o mela) d’oro in italiano, tutte definizioni (o quasi) con un esplicito riferimento all’amore.

Soltanto alla fine del Settecento la coltivazione a scopo alimentare del pomodoro conobbe un forte impulso in Europa, principalmente in Francia e nell’Italia meridionale.

Mentre in Francia il pomodoro veniva consumato soltanto alla corte dei re, a Napoli si diffuse rapidamente tra la popolazione, storicamente oppressa dai morsi della fame!

Ma è solo nell’Ottocento che il pomodoro fu inserito nei primi trattati gastronomici europei, come nell’edizione del 1819 del Cuoco Galante a firma del grande cuoco napoletano di corte Vincenzo Corrado, dove sono descritte molte ricette con pomodori farciti e poi fritti.

Dopo questo breve ma doveroso escursus sull’affascinante ed insolita storia del pomodoro, torniamo alla nostra “Così Com’è”.

I pomodorini Così Com’è sono solo quelli coltivati da Finagricola, nei suoi 300 ettari di terra, nella fertile e soleggiata Piana del Sele in provincia di Salerno.

Così Com’è è un prodotto irrinunciabile per chi ricerca l’eccellenza dei sapori semplici e genuini, pronti ad essere interpretati in una cucina sana, gustosa e contemporanea.

Come riportato nel sito dell’azienda (che vi invito a visitare):

Così Com’è è una così comèlinea di pomodori di alta qualità,raccolti a mano e conservati in vetro, realizzata solo con le migliori varietà di pomodoro piccolo: Datterino giallo, Datterino rosso e Pizzutello. Nasce dalla volontà di preservare intatto il profumo e il gusto delizioso di un pomodoro eccellente, come appena colto, superando le barriere della stagionalità e offrendo il vantaggio di averlo tutto l’anno in dispensa, pronto all’impiego in ogni ricetta, proprio come se fosse fresco. I pomodorini. Ciascuna pianta viene seguita con passione ed attenzione, dalla semina alla raccolta, offrendo una garanzia totale sul controllo dell’intera filiera di produzione. I pomodorini Così Com’è sono poi raccolti a mano, uno ad uno, e conservati in vetro con un processo delicato, a pochissime ore dalla raccolta, in maniera che conservino intatte tutte le loro preziose caratteristiche nutrizionali, insieme al gusto dolce e pieno di sole.

Con grande piacere del palato. I pomodori GranGusto offrono il massimo della qualità e della naturalezza, grazie agli attenti controlli lungo tutta la filiera: dal seme, al terreno, passando per l’irrigazione, fino alla raccolta e alla lavorazione. È così che i pomodori GranGusto acquistano quel sapore speciale, capace di appagare palati esigenti ed un gusto contemporaneo, sempre più orientato alla ricerca dell’eccellenza, negli ingredienti più semplici.

Vediamo insieme cosa contiene questa colorata e genuina box:

La confezione contiene:

cosi-come-03

cosi-come-04

cosi-come-05

Naturalmente, per saperne molto di più non vi resta che consultare il loro Sito dove avrete anche la possibilità di ordinare comodamente dal vostro PC i prodotti di “Così com’è”; inoltre vi invito a lasciare il vostro like sulla loro pagina Facebook, sempre molto ben curata ed aggiornata, dove potete trovare tante invitanti ricette, per un piatto diverso ogni giorno!

Io e la Così Com’è per il momento vi salutiamo e ci rileggiamo molto presto con qualche super ricetta!!

Grazie all’azienda ed ai loro eccellenti pomodorini e grazie a voi per essere passati dal mio Blog!!

Firma Gianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error

Ti piace il Blog? Condividi le mie ricette ;-)