Coniglio con prugne secche e funghi

coniglio-prugne-e-funghiDevo essere sincera, soffro di un complesso di inferiorità nei confronti di mia madre per quanto riguarda la preparazione della carne di coniglio, non riesco a farle concorrenza… così, un po’ di giorni fa, parlando con una conoscente, mi disse che era stata in Belgio e che si era innamorata di un piatto che gli avevano servito… immaginate voi, quando ho sentito nominare il coniglio, come le mie orecchie erano pronte a carpire ogni singola parola della ricetta che stava descrivendomi.

Mi sono detta “vuoi vedere che è la volta buona? Magari, con una ricetta che mia mamma non ha mai preparato, questa volta la supero!”.

La ricetta originale prevede, insieme alle prugne, l’uvetta, ma io ho voluto sostituire quest’ultima con i funghi…
So che siete curiosi, quindi passiamo alla ricetta!!

Ingredienti per quattro persone:

  • 250 gr. di prugne secche denocciolate MonteRé
  • 1 coniglio, tagliato a pezzi
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 noce di burro
  • 2 cucchiai di farina bianca
  • 4 funghi champignon di media grandezza
  • sale q.b.
  • pepe q.b .
  • 1 cipolla
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 170 ml di brodo vegetale (se fatto in casa: sedano carota e cipolla)

Ingredienti per marinatura:

  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • ½ limone
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 pizzico di sale fino

La prima cosa da fare è mettere a marinare, in una coppa capiente, i pezzi del coniglio, per almeno 2 ore, avendo cura di mescolarli di tanto in tanto.

Poi se fosse necessario, mettete a mollo le prugne; con quelle che ho utilizzato io questo procedimento non è stato necessario, visto che erano perfette.

Passiamo alla cottura del coniglio.
Iniziate con lo scolare ed asciugare il coniglio, dopodiché infarinate i pezzi, avendo l’accortezza di eliminare la farina in eccesso.

Preparate una padella anti-aderente, mettete l’olio evo e fate rosolare il coniglio da entrambi i lati per circa dieci minuti a fiamma vivace.

A metà della rosolatura aggiustate di sale e pepe.

Mentre il coniglio procede la sua rosolatura, togliete le prugne dall’ammollo (se lo avete fatto) e tagliate la cipolla ed i funghi a fettine non troppo sottili.

Quando tutti i pezzi di carne saranno ben dorati unite il vino rosso e lasciate che l’alcol evapori.

A questo punto unite il rametto di rosmarino, le prugne e la cipolla, date una bella mescolata e lasciate insaporire per qualche minuto.

Ora, togliete il rametto di rosmarino ed unite gran parte del brodo, lasciandovene una piccola quantità in caso fosse necessario per terminare la cottura.

Lasciate cuocere (ovviamente di tanto in tanto date un’occhiata), coprendo la padella, per circa quaranta minuti (dipende da quanto tenera sia la carne).

Non appena il brodo si è asciugato quasi del tutto e la carne è quasi pronta, unite i funghi, aggiustate di sale, date una bella mescolata, ricoprite e lasciate andare per altri dieci minuti.

Quando la carne sarà bella morbida toglietela dalla padella ed impiattate, aggiungete alla salsina una noce di burro, mescolate e conditeci i pezzi di coniglio.

Il piatto è pronto, non vi resta che gustarvelo e godervi i complimenti dei vostri commensali.

Trovo che l’accostamento prugne e funghi sia perfetto e, grazie alla nota leggermente acidula delle prugne, si crea un gradevolissimo contrasto con la carne del coniglio che è di per se molto delicata e “dolce”; in qualche maniera bisogna bilanciare questa peculiarità… e le prugne sono perfette!!

La ricetta è davvero interessante, da proporre anche per un pranzo importante, magari durante le feste natalizie o per festeggiare una ricorrenza speciale, visto la particolarità e la raffinatezza della ricetta.

(Volete saperne di più su questa azienda? Cliccate QUI. Se invece siete curiosi di conoscere altre mie ricette preparate con i loro prodotti, andate QUI)

Mangiate, gustate e, soprattutto… COMMENTATE!

Seguimi anche su Facebook

Gianna

Coniglio con prugne secche e funghi