Risotto allo champagne con capesante

Volete fare colpo con un risotto all’apparenza sofisticato ma davvero semplice?

Perfetto anche per finire una bottiglia rimasta in frigorifero: champagne, spumante o prosecco andranno ugualmente bene per la preparazione.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: circa 20 minuti Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 800 g capesante
  • 500 g riso carnaroli o vialone nano
  • 80 g philadelphia (per mantecare)
  • 1 bicchiere champagne (o prosecco o spumante)
  • olio al limone (per guarnire)
  • 1 l Brodo vegetale
  • 1 cipolla

Preparazione

  1. Iniziate pulendo le capesante: separate la carne della capasanta (parte bianca) dal corallo (parte arancione) e unite quest’ultimo alla cipolla sminuzzata.

    A parte fate scaldare del brodo vegetale o mettete a bollire sedano, carota e cipolla con un pizzico di sale.

    Lasciate soffriggere un poco la cipolla con il corallo della capasanta e aggiungete quindi il riso, continuando a mescolare per tostarlo.

    Quando i chicchi di riso saranno diventati quasi trasparenti sfumate con lo champagne e, una volta fatto evaporare, aggiungete il brodo vegetale pochi mestoli alla volta, mescolando di tanto in tanto.

    A metà cottura del riso scaldate una padella con una noce di burro, olio extra vergine di oliva e cuocete i le capesante pochi minuti per lato, girandole delicatamente quando diventano dorate in superficie.

    Aggiustate di sale e pepe.

    Ad un paio di minuti dal termine della cottura del riso toglietelo dal fuoco (assicuratevi che sia leggermente brodoso e non asciutto) e mantecatelo con la philadelphia.

    Questo formaggio conferisce un gusto fresco al risotto e non sovrasta il gusto del pesce.

    Servite il risotto cremoso adagiandoci sopra le capesante e condite con un filo d’olio extra vergine aromatizzato al limone (per realizzarlo vi basta pestare delle scorze di limone e lasciarle in infusione quanto più possibile nell’olio).

    Buon appetito!

Note

Precedente Hot milk sponge cake (torta al latte caldo) Successivo Filetti di pesce dorato con purea di lenticchie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.