section
Crea sito

Pane cafone di Aversa

Era da un po’ di tempo che non facevo il pane cafone, cioè il pane paesano che preparano nella periferia della mia città: * “Aversa”. Un pane rustico dal gusto semplice, con una crosta croccante e una morbida e alveolata mollica. Io lo preparo con lievito madre, ma si può preparare anche con il lievito di birra. Ha un procedimento semplice e veloce: lo preparate la sera e in 12 ore di lievitazione il vostro impasto sarà pronto. Verso le 11 di mattina del giorno dopo lo cuocete e per le 12 avrete il vostro pane cafone appena sfornato caldo e saporito. Il profumo che sprigionerà sarà molto piacevole e invaderà la vostra casa dell’odore del pane fresco fatto in casa. Questo pane va cotto in una pentola che possa andare in forno, io ho usato una pentola di coccio, ma potete usare anche quella di ghisa o quella in acciaio… l’importante che abbia il coperchio e niente manici di plastica.

Questo impasto lo uso anche per preparare i cestini di pane pizza e li riempio con primi, secondi e contorni.
Curiosità nel mio blog
Prova i miei Finger food
Vedi gli Antipasti e i Contorni
Prova il mio lievito madre
* Fonte presa da Wikipedia
  • DifficoltàMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni1 pane
  • CucinaItaliana

Preparazione

INGREDIENTI

  1. Per preparare il Pane cafone di Aversa occorrono:

    500 gr di farina 0

    300 ml di acqua a t.a.

    3 gr di lievito di birra oppure

    (200g di lievito madre rinfrescato)

    2 c/ini di sale fine o 11 g

    1 c/ino di miele

Procedimento

  1. Prendere una ciotola e versare 50 ml di acqua, il lievito (o il lievito madre rinfrescato almeno 2 ore prima), il miele, due cucchiai di farina e amalgamare. Far riposare 30 minuti.
    Mettere la farina in una planetaria o in una ciotala capiente, unire il lievito preparato in precedenza o il lievito madre.
    Cominciare ad impastare, aggiungere anche il sale e continuare ad impastare fino ad ottenere un composto morbido ma compatto. Circa 5 minuti.

  2. Non c’è bisogno di impastare a lungo, l’impasto deve essere un po’ appiccicoso.

  3. Coprire il panetto con pellicola trasparentee e mettere a lievitare nel forno spento, con la luce accesa, per tutta la notte.

  4. Trascorse le 12 ore mettere l’impasto sulla spianatoia infarinata, allargare l’impasto a rettangolo e fare le pieghe, cioè prendere un lato e portare l’impasto all’interno per i 2/3.

  5. Fate così per il lato opposto, allargare un poco la pasta e procedere a fare le pieghe e chiudere gli atri due lati.

  6. Mettere l’impasto così ottenuto su un canovaccio ricoperto di farina di semola, ricoprirlo con il canovaccio e farlo lievitare per altre 2 ore.

    *Per fare i cestini di pane pizza dividere l’impasto in panetti da 100 grammi l’uno. E far lievitare per 3 ore.

  7. Dieci minuti prima della fine della lievitazione, accendere il forno al massimo della temperatura, circa 250°, mettere nel forno la pentola in cui verrà cotto il pane, con il coperchio, per farla diventare bollente.

  8. Quando il forno avrà raggiunto la massima temperatura prelevare la pentola dal forno (con delle presine per non scattarsi), alzare il coperchio e rovesciare l’impasto nella pentola, coprire con il coperchio ed infornare per circa 20 minuti. La temperatura massima iniziale permette al pane cafone di Aversa di formare la caratteristica crosta di questo pane, spessa e croccante. Dopo 20 minuti abbassare la temperatura a 200° C, togliere il coperchio alla pentola e continuare la cottura per altri 25 minuti o fino a doratura della crosta. Appena cotto sfornare e far raffreddare su un tagliere di legno. Il pane cafone di Aversa è caldo e pronto per essere mangiato. Il profumo che sprigionerà sarà molto piacevole e invaderà la vostra casa dell’odore del pane fresco fatto in casa!

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ifornellidirosa

Sono un'insegnante ma con la passione per la cucina. Amo preparare sia ricette dolci che salate. I dolci sono la mia passione. Nel mio blog troverai sempre una ricetta interessante e nuova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito web utilizza Google Analytics. Fai clic qui se vuoi disattivarlo. Fai clic qui per disattivarlo.
tag