Crea sito

Cestini alle zucchine

Print Friendly, PDF & Email

[banner size=”300X250″]

 

Oggi avevo voglia di preparare qualcosa di carino e avendo la mia fidata pastasfoglia nel frigo e delle belle zucchine mi è venuto in mente di preparare questi deliziosi cestini. Sono facilissimi da realizzare e vi faranno fare un’ottima figura con i vostri ospiti non solo per la presentazione ma soprattutto perchè sono buonissimi!

presentazioneCestini alle zucchine

 

Ingredienti per 6 cestini:

  • 1 rotolo di sfoglia;
  • 300 gr di zucchine;
  • 100 gr di taleggio;
  • 1 uovo + 1 tuorlo per spennellare;
  • 20 gr di parmigiano;
  • pangrattato q.b.;
  • cipolla q.b.;
  • olio evo q.b.;
  • sale q.b.;
  • pepe q.b.

 

Togliete la pastasfoglia da frigo e mentre riposa preparate le zucchine….soffriggete la cipolla con l’olio evo quindi unite le zucchine tagliate a rondelle (o listarelle se preferite ;-)), salate, pepate e fate cuocere con un coperchio per una decina di minuti.

IMG_5545IMG_5546IMG_5547

Nel frattempo preparate dei dischi con la pastasfoglia usando un coppapasta o semplicemente un bicchiere e foderate degli stampini in alluminio. Vi consiglio di utilizzare la stessa cartaforno della pastasfoglia per essere sicuri che non attacchi e anche per evitare di spennellare di olio o burro che renderebbero i cestini più pesanti.

Una volta che le zucchine saranno cotte aggiungete un uovo e il parmigiano quindi iniziate a comporre i votri cestini.

IMG_5548IMG_5549IMG_5550

Mettete una cucchiaiata di zucchine sul fondo, aggiungete il taleggio tagliato a pezzetti quindi ricoprite con un’altra cucchiaiata di zucchine e chiudete con una spolverate di pangrattato. Prima di infornare spennellate i cestini con il rosso d’uovo.

IMG_5551IMG_5553IMG_5554

Cuocete per una decina di minuti in forno ventilato pre-riscaldato a 220°C e servite caldi in modo che il formaggio sia bello cremoso 😉

 

 

[banner]

 

2 Risposte a “Cestini alle zucchine”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.