Strufoli salati e pepati, stuzzichini da sgranocchiare

La ricetta di oggi degli strufoli salati è una tipica ricetta regionale in particolare della provincia di Salerno, non sono però da confondere con gli struffoli dolci. Gli strufoli salati sono dei deliziosi stuzzichini da sgranocchiare in qualsiasi ora del giorno, e della notte se volete (!), ideali per accompagnare salumi e formaggi e un buon vino rosso, ma anche per un aperitivo oppure, da inzuppare nelle minestre o nelle zuppe, insomma sono da gustare come più vi piace!

Questa ricetta non la conoscevo e devo ringraziare quindi Anna del blog Le Mezze Stagioni (a questo linkla sua ricetta originale degli strufoli salati) che, in occasione di un evento organizzato in GialloZafferano, ci ha fatto provare e realizzare questa ricetta e così, vi mostro il mio risultato.

L’unica variante che ho apportato io alla ricetta di Anna, è stato di utilizzare farina di grano duro al posto di quella di grano tenero.

Leggi anche:

Strufoli salati e pepati
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:10 minuti
  • Porzioni:4-6 porzioni
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • 500 g farina di grano duro
  • mezzo cucchiaio Sale fino
  • 120 ml olio extravergine di oliva
  • 1 Uovo
  • q.b. Acqua (per impastare)
  • Pepe nero ( a volontà)
  • Olio di semi (per friggere)

Preparazione

  1. Per preparare gli strufoli salati e pepati, vi occorrerà una grattugia o l’attrezzo per rigare gli gnocchi.

  2. Strufoli salati e pepati
    • Per preparare gli strufoli salati, mettere tutti gli ingredienti, tranne l’acqua, in una ciotola capiente (o potete utilizzare un’impastatrice o la planetaria) e cominciare ad impastare, aggiungendo acqua tanto quanto basta per ottenere un panetto morbido, liscio e omogeneo che non si attacca alle mani. Quindi regolatevi con l’acqua, aggiungendone man mano ma non andate ad aumentare la quantità di farina.
    • Se vi piace, abbondate anche con il pepe perchè gli strufoli salati originali sono molto ma molto pepati.
    • Lasciare riposare il panetto ottenuto nella ciotola, coperto con un canovaccio, per 15 minuti.
  3. Strufoli salati e pepati
    • Passato il tempo di riposo, riprendere l’impasto e, sulla spianatoia, formare dei cordoncini dello spessore di un dito e tagliarli a pezzetti di 2 cm (più saranno piccoli e più saranno croccanti) proprio come se faceste gli gnocchi.
    • Ad uno ad uno passate gli strufoli salati all’interno della grattugia per dargli il tipico aspetto oppure potete usare l’attrezzo per rigare gli gnocchi se lo avete.
    • Friggere gli strufoli in abbondante olio di semi e scolarli, su carta assorbente, quando avranno raggiunto un bel colore dorato come si vede dalle fotografie.

Note

Per chi è intollerante alle uova, non ci sono problemi, basta eliminare l’uovo e sostituirlo con acqua, in più, gli strufoli salati preparati senza uova si conservano ancora più a lungo, fino ad un mese, chiusi in una scatola di latta o in sacchetti, mentre quelli con le uova durano fino ad una settimana circa (se ci arrivano!).

Enjoy!

…a presto..

tatam


Se hai provato a realizzare questa ricetta, mandami una foto del piatto finito, sulla mia pagina facebook cliccando QUI, se invece vuoi un consiglio o un parere, chiedi pure, risponderò con piacere.


Se ti piacciono le mie ricette, non perderti la ultime video ricette iscrivendoti al mio canale You Tube cliccando qui.


Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?
Iscriviti alla newsletter qui


Copyright © tatam

(Visited 1 times, 105 visits today)
Precedente Pasta con sugo ai funghi misti Successivo Rotolo Panna e Nutella

4 commenti su “Strufoli salati e pepati, stuzzichini da sgranocchiare

  1. paola255 il said:

    Complimenti per la ricetta! Questi struffoli salati hanno un aspetto davvero invitante! vorrei sapere se è possibile farli al forno ed eventualmente quanto devono cuocere e a quanti gradi. Grazie in anticipo per la tua eventuale risposta

  2. idolciditatam il said:

    ciao Paola, ti ringrazio. In realtà non ho mai provato a farli al forno e non so come possa essere il risultato finale, magari saranno anche buoni ma l’aspetto finale non so se sarà lo stesso. Comunque, se vuoi provare a cuocerli in forno tieni una temperatura di 180°C con forno statico, se ventilato abbassa la temperatura di 10-20 gradi. Per il tempo di cottura regolati quando cominceranno ad avere un bel colore dorato. Ciao e buona serata 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.