Crea sito

Panini al latte dorati

I Panini al latte dorati sono golosissimi e sofficissimi ma con una crosticina leggermente croccante che li rende ancora più appetitosi.
Questi Panini al latte dorati si conservano soffici per alcuni giorni, basterà riporli in una busta di plastica come quella per i congelati e, al momento di mangiarli, potete riscaldare i panini per qualche minuto in forno, quel tanto che basta per ridonargli la croccantezza iniziale.

Leggi anche:
Pizza bianca in teglia
Pan focaccia mortadella e noci
Bomboloni salati ripieni al forno

Panini al latte dorati
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni10-12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gFarina 0
  • 105 gAcqua
  • 160 gLatte
  • 4 gLievito di birra secco
  • 15 gZucchero
  • 5 gSale
  • 30 gBurro (ammorbidito a temperatura ambiente)
  • q.b.Burro (per completare)

Strumenti

  • 1 Impastatrice kenwood
  • 1 Forno BOSCH

Preparazione

  1. Per realizzare i Panini al latte dorati, preparare delle piccole striscioline di burro di circa 4-5 cm di lunghezza e di 2-3 mm di spessore e metterli in frigorifero.

  2. Versare nella ciotola della planetaria, su cui monteremo il gancio ad uncino, l’acqua e il latte quindi unire lo zucchero e il lievito e mescolare per farli sciogliere.

  3. Panini al latte dorati

    Aggiungere la farina e far impastare e, quando la farina avrà assorbito bene i liquidi aggiungere il sale e far lavorare la macchina per 5 minuti.

  4. Unire i 30 g di burro ammorbidito ridotto a pezzetti, un pezzetto alla volta, aggiungendo il successivo quando il precedente è stato assorbito dall’impasto.

  5. Far lavorare la macchina per 15 minuti e, quando l’impasto comincerà ad incordarsi, cioè a salire sul gancio, spegnere la macchina, formare una palla con l’impasto e metterlo a lievitare per un’ora, nella stessa ciotola, coperto con pellicola e riposto in forno con la lucina accesa.

  6. Passato il tempo di riposo, versare l’impasto sulla spianatoia e formare un primo giro di pieghe: schiacciare la pasta con le dita per distenderla dandogli una forma rettangolare, dividere idealmente la pasta in 3 parti per il senso della lunghezza quindi piegare una parte laterale appoggiandola sulla metà centrale quindi ripiegare l’altra parte sopra le altre due.

    Far ruotare l’impasto di 90° e schiacciare nuovamente la pasta con le dita e ripetere i passaggi di prima per altre 3 volte.

  7. Infine con l’impasto formare un salsicciotto e dividerlo in 10-12 pezzi e dare una forma arrotondata a ciascun pezzo.

  8. Coprire i panetti con un canovaccio pulito e far lievitare per 30 minuti.

    Passato il tempo, schiacciare ciascun panetto, fare un giro di pieghe e dargli nuovamente una forma arrotondata e disporre i panetti sulla leccarda ricoperta di carta forno, distanziandoli perchè li faremo lievitare per altri 40 minuti.

  9. Spolverizzare i panetti con la farina utilizzando un setaccio a maglia fine. Incidere la superficie di ciascun panetto al centro, con un coltellino ben affilato, e inserire nel tagli una strisiciolina di burro precedentemente preparato.

  10. Inserire nel forno un pentolino con l’acqua. Cuocere i Panini al latte in forno già caldo, a 230°C, in modalità ventilata per circa 15 minuti o fino a che la superficie dei panini avrà raggiunto un bel colore dorato.

  11. Se avete un forno statico, cuocere i panini a 250°C per circa 20 minuti.

    I tempi di cottura sono indicativi perchè, come ben saprete, non tutti i forni cuciono allo stesso modo.

  12. All’interno dell’articolo sono stati inseriti link di affiliazioni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 1 times, 23 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.