Crea sito

Budino di caffè al Ginseng, ricetta senza uova

Il Budino di caffe al Ginseng è un dolce al cucchiaio, genuino e con pochissimi grassi, con un gusto diverso e sfizioso. La preparazione piuttosto semplice che dona  un apporto di energia dato appunto dal principio attivo dell’estratto del Ginseng.

Budino di caffe al Ginseng

Gli ingredienti sono pochi e la preparazione abbastanza veloce a parte i tempi di rassodamento in frigorifero. Come addensante, per preparare questo budino, c’e’ soltanto l’amido di mais e la particolarità e’ che, nella ricetta di questo dolce al cucchiaio, non ci sono le uova quindi è perfetto per chi ne e’ intollerante.

Budino di caffe al Ginseng

Tempi di Preparazione: 15 minuti + 3-4 ore in frigorifero
Tempi di cottura: 10 minuti
Difficoltà: semplice
Quantità: per 5-6 budini
Ingredienti
300 ml di caffe’ al Ginseng
200 ml di latte
100-130 g di zucchero semolato
40 g di amido di mais
essenza alla vaniglia
40 g di mandorle a lamelle per decorare

 

  • Preparare il caffe’ con la moka.
  • Nel frattempo, in un pentolino abbastanza capiente da contenere tutti i liquidi, stemperare l’amido di mais con il latte e, per evitare di formare grumi, procedere unendo all’amido pochissimo latte alla volta e mescolare con una spatola quindi aggiungere altro latte fino a che avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.
  • Unire quindi il caffe’ caldo e lo zucchero e qualche goccia di essenza alla vaniglia amalgamando tutti gli ingredienti e mettere il pentolino sul fuoco, a fiamma bassa, e lasciare cuocere, mescolando di continuo fino a che comincerà ad addensarsi,  quindi continuare la cottura per altri 3-4 minuti.
  • Spegnere il fuoco e versare il Budino di caffe al Ginseng negli stampi di alluminio che avrete precedentemente inumidito, io ho usato il brandy ma potete usare anche il caffe’.
  • Lasciare raffreddare il budino poi spostarlo in frigorifero e lasciarlo rassodare almeno 3-4 ore, io l’ho lasciato tutta la notte.
  • Al momento di servire, sformare il budino al caffe’ al ginseng su un piatto da portata, decorare con le mandorle a lamelle e gustarvi questo delizioso dolce al cucchiaio.

Note: la quantità di zucchero e’ indicativa perche’ la ricetta originale prevedeva di usarne solo un cucchiaio ma mi sembrava veramente troppo poco cosi’ ho aggiunto lo zucchero assaggiando man mano fino a raggiungere il giusto grado di dolcezza quindi potete aggiungerne anche di piu’ della quantità che ho usato io.

Nota 2: naturalmente potete sostituire il caffè al Ginseng con caffè normale o anche decaffeinato, dipende solo dai vostri gusti.

Se seguite la dieta Weight Watchers, apportando le modifiche di seguito, e dividendola in 6 budini, otterrete 3,4 punti Propoint per ciascun budino.

  • 300 ml di caffe’ al Ginseng = 0
    200 ml di latte = 2,4 punti Propoint
    100 g di zucchero semolato = 10 punti Propoint
    40 g di amido di mais = 4 punti Propoint
    essenza alla vaniglia
    20 g di mandorle a lamelle per decorare = 4 punti Propoint
    Tot = 20 punti Propoint: 6 porzioni = 3,4 punti Propoint

Enjoy!

…a presto..

tatam


Se hai provato a realizzare questa ricetta, mandami una foto del piatto finito, sulla mia pagina facebook cliccando QUI, se invece vuoi un consiglio o un parere, chiedi pure, risponderò con piacere.


Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?
Iscriviti alla newsletter qui


Argomenti correlati:

Copyright © tatam

Crema alla ricotta e cannella

(Visited 50 times, 2 visits today)

6 Risposte a “Budino di caffè al Ginseng, ricetta senza uova”

  1. Ciao cara ti volevo avvisare che sei tra le 10 finaliste del mio contest con questa ricetta! complimenti e in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.