fbpx

Il lievito madre

idolcidisusy il lievito madre

La pasta madre viene comunemente chiamata anche lievito madre. E’ un impasto semplice, fatto di acqua e di farina. Lievita in modo naturale grazie ai batteri e ai lieviti presenti nell’aria, quindi è un lievito genuino e naturale. Il procedimento può sembrare complicato in effetti è un po’ lungo, ma veder nascere il nostro lievito è bellissimo e la soddisfazione finale sarà gratificante. Molto importante è la scelta della farina, usiamo quella biologica e macinata a pietra così conserva i suoi elementi organolettici e nutrizionali. Bene vi lascio la ricetta e la video ricetta! mettiamoci al lavoro, il mio lievito madre si chiama Mike e voi che nome darete al vostro?

Ingredienti:

  • 200 g di farina biologica 0
  • 100 ml di acqua tiepida

Preparazione del lievito madre:

Metto la farina in una ciotola, aggiungo l’acqua un po’ per volta fino ad ottenere un impasto molto morbido ma non troppo appiccicoso. Metto l’impasto in un contenitore di vetro precedentemente infarinato, incido la superficie con un taglio a croce e copro il contenitore con un panno o della pellicola trasparente. Lascio riposare per 2 giorni in un luogo tiepido a circa 20°C. Successivamente procedo con il rinfresco del nostro lievito madre.
Il rinfresco serve a fornire nuovi zuccheri semplici e complessi da far mangiare ai lieviti e favorire così il processo di lievitazione.

Come fare i primi rinfreschi del lievito madre

Passati i due giorni, la pasta madre ha cominciato a gonfiarsi e a formare dei grandi alveoli, lo peso e ne prendo 100 g, il resto lo getto via, aggiungo 100 g di farina e 50 ml d’acqua + mezzo cucchiaino di miele, per dare nutrimento al lievito e mescolo ripetendo il primo passaggio. Questa volta lo lascio riposare per 24 ore.

Continuo con rinfreschi giornalieri per 10 giorni, e poi successivamente 2 rinfreschi giornalieri (mattina / sera )per 7 giorni la pasta madre raggiungerà un volume 4 volte superiore.

Come si conserva il lievito madre:

Il lievito madre una volta attivo si conserva in un barattolo di vetro chiuso con un coperchio o una pellicola in frigorifero e dobbiamo  rinfrescarlo 1 o 2 volte a settimana altrimenti muore.

Come si utilizza:

Tiro fuori la pasta madre dal barattolo, di solito la parte superiore si secca quindi la tolgo. Peso la pasta madre e aggiungo la stessa quantità di farina pari al suo peso, metà quantità di acqua mezzo cucchiaino di miele o zucchero e impasto. Ottengo un impasto omogeneo lo divido e lo metto in due ciotole una lascio lievitare, l’altra la rimetto in frigo perché lei è la nostra pasta madre.

Guarda la mia video ricetta sul mio canale youtube⤵

La lievitazione può durare anche 24 ore, dipende molto dalla temperatura ambientale che abbiamo in casa, il mio consiglio è di avvolgere la ciotola con un panno da cucina e metterla in un luogo asciutto come ad esempio la dispensa del pane. Quando il lievito madre è pronto, lo peso e utilizzo la quantità necessaria per la ricetta che voglio fare, il resto se avanza si chiama esubero e lo posso utilizzare per altri impasti oppure ahimè va buttato. Per 500 g di farina si utilizzano circa 200 g di lievito madre sciolto nella quantità di acqua che uso per la ricetta.

Vuoi provare le mie due ricette con il lievito madre? bene clicca QUI per la ricetta dei pangoccioli e QUI per la ricetta delle ciambelle

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook sul mio profilo Instagram e nel mio canale YouTube con i miei video per un saluto e un commento.