Crea sito

Sfinci di Natale

Le Sfinci di Natale sono delle morbidissime palline di pasta lievitata a base di farina e patate e profumate con la buccia di arancia. Che sia Carnevale, San Martino o Natale, queste delizie non possono certo mancare sulla nostra tavola. In Sicilia ne siamo particolarmente ghiotti e, devo dire, che, dato che a casa mia sono molto richieste, perché piacciono tanto, io le preparo anche senza nessuna occasione particolare. Ho anche realizzato un video delle Sfinci di Natale per cui, se volete visionarlo, cliccate Qui, lo trovate assieme a tanti altri sul mio canale You Tube. A Carnevale preparo le Sfinci con miele, quelle da farcire, quelle alla nutella, quelle di patate senza uova per chi fosse intollerante, quelle ripiene di crema. A San Martino le faccio anche con la cannella, ma ci piacciono anche le Frittelle di mele al limone, con frutta all’interno. Insomma, ai dolci non si rinuncia mai e se fatti in casa, sono ancora più buoni.

vsfinci di natalenatale
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 Persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Sfinci di Natale

  • 500 gfarina 00
  • 300 gpatate
  • 400 glatte (tiepido)
  • 25 glievito di birra fresco
  • 1 cucchiainozucchero
  • 1arancia (buccia)
  • 5uova
  • 1 lolio di semi di arachide (per la frittura)
  • q.b.zucchero a velo
  • 1 bustinavanillina

Cosa serve per le Sfinci di Natale

  • 1 Pentola
  • 1 Tegame
  • 1 Ciotola
  • 1 Ciotolina
  • Carta assorbente
  • 1 Schiumarola

Preparazione delle Sfinci di Natale

  1. Per preparare le Sfinci di Natale, la prima cosa da fare è quella di cuocere e patate. Mettere sul fuoco una pentola con l’acqua e le patate e cuocerle. Scolarle, sbucciarle e, ancora calde, passarle con lo schiacciapatate.

  2. In una ciotola abbastanza capiente, considerando che l’impasto dovrà più che raddoppiare di volume, mettere la farina e le patate e mescolare grossolanamente.

  3. In una ciotolina mettere un po’ di latte, prelevato dal totale e aggiungere lo zucchero e il lievito e mescolare per fare sciogliere. Alla farina, unire, ora la vanillina e la buccia di un’arancia biologica grattugiata.

  4. Mescolare ancora e aggiungere le uova. Impastare e versare anche il latte tiepido poco alla volta, fino a completo assorbimento. Limpasto si presenterà molliccio. Le sfinci posso anche essere impastate con una planetaria.

  5. Coprire la ciotola con il composto con una bacinella capovolta sopra e mettere a lievitare per circa due ore. I tempi di lievitazione, comunque, dipendono dalla temperatura che c’è nell’ambiente in quel monento.

  6. A lievitazione raggiunta, l’impasto dovrà presentarsi come una spugna, sofficisimo e con delle bolle. A questo punto, mettere abbondante olio in un tegame e scaldarlo bene. Se si possiede un termometro, far arrivare a 180°.

  7. Bisogna comunque fare attenzione che l’olio sia ben caldo, in questo modo l’impasto, una immerso, prima affonderà e poi salirà immediatamente a galla. Se l’olio dovesse essere freddo, le sfinci diventeranno una spugna e assorbirebbero molto olio, oltre a risultare piatte.

  8. Appena cominceranno a salire a galla, abbassare il fuoco e mescolare con una schiumarola, fino a quando risulteranno uniformemente dorate. Prelevarle, sempre con la schiumarola e metterle in un piatto con della carta assorbente per elimare l’unto in eccesso.

  9. Lasciare raffreddare le sfinci e situarle su di un vassoio o un piatto da portata. Solo quando saranno fredde, far cadere su di esse una pioggia di zucchero a velo. In alternativa, mettere dello zucchero semolato in un piattino e passarvele, prima di mangiarle.

  10. Le Sfinci di Natale non vedono l’ora di deliziare i vostri palati. Buona feste a tutti!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.