Savoiardi con zucchero a velo

Oggi ho fatto i Savoiardi con zucchero a velo. Dalle mie parti non si chiamano savoiardi, noi li abbiamo sempre chiamati ‘nciambelli, anche se non hanno il buco centrale, e sono piuttosto piatti come biscotti, al contrario dei savoiardi tradizionali che si trovano in commercio. Quando io ero bambina, ricordo che si era spesso soliti, assiene ai Taralli glassati al limone e alle Anisette, di cui vi parlerò più in là, portarli in dono alle persone anziane e agli ammalati, sia per la loro morbidezza e golosità, sia perchè, trattandosi di dolci a base di uova, si desiderava dare il giusto sostentamento a queste persone un po’ debilitate. Li faccio molto raramente, devo dire. In genere, li ha sempre fatti mia suocera per tutti. Lei non mette nulla sulla superficie, però, nè zucchero a velo, nè zucchero semolato e dà loro la forma rotonda per comodità, perché usa il cucchiaio per metterli nella teglia prima di infornarli. Tutti i nipoti ne vanno matti e lei ne faceva davvero tanti ogni volta. Naturalmente, io non potevo esimermi dal provare a realizzarli e devo dire che sono venuti davvero bene. Morbidi e golosi più che mai, questi savoiardi possono accompagnare il te, il caffè o possono essere utilizzati per preparare il tiramisù o tanti dolci freddi. Andiamo a vedere insieme come realizzarli.

vsavoiardi con zucchero a velo
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
259,16 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 259,16 (Kcal)
  • Carboidrati 52,16 (g) di cui Zuccheri 34,31 (g)
  • Proteine 7,49 (g)
  • Grassi 3,48 (g) di cui saturi 1,50 (g)di cui insaturi 1,82 (g)
  • Fibre 0,56 (g)
  • Sodio 53,19 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per i Savoiardi con zucchero a velo

  • 6uova (fresche a temperatura ambiente)
  • 200 gfarina 00
  • 200 gzucchero
  • q.b.zucchero a velo

Cosa serve per i Savoiardi con zucchero a velo

  • 2 Ciotole
  • Frusta elettrica
  • 1 Frusta a mano
  • 1 Sac a poche
  • 1 Leccarda
  • Carta forno

Preparazione dei Savoiardi con zucchero a velo

  1. Per la realizzazione dei Savoiardi con zucchero a velo, le uova devono essere a temperatura ambiente. Se siete soliti, quindi, tenerle in frigo, sarebbe una cosa giusta tirarle fuori almeno un paio di ore prima di procedere alla lavorazione.

  2. Separare i tuorli delle uova dai loro albumi e metterle in ciotole separate. Fare attenzione che negli albumi non ci siano tracce di tuorlo perché altrimenti non monteranno.

  3. Unire metà dello zucchero a velo ai tuorli e montarli bene, fino a farli diventare soffici e spumosi. Ora lavare bene le fruste e procedere a montare gli albumi, aggiungendo l’altra metà di zucchero a velo, poco alla volta.

  4. Lavorare molto bene, fino a quando non si sarà formato un composto sodo, liscio e lucido. La lavorazione a lungo degli albumi è necessaria per una buona riuscita dei dolci. Con degli albumi montati a neve non fermissima, si rischierà di far appiattire troppo i savoiardi.

  5. Unire ora i due composti, mettendo gli albumi montati nella ciotola dei tuorli a cucchiaiate e lavorare con un frusta a mano. Continuare in questo modo, fino ad incorporare completamente tutti gli albumi ai tuorli.

  6. Ora è il momento di aggiungere la farina. Anche questa va aggiunta poco alla volta all’impasto e lavorata con la frusta a mano per evitare che si smonti il composto e cercando di non far formare grumi.

  7. Intanto, accendere il forno a 180° e portare a temperatura. Mettere il composto dentro una sac a poche con una bocchetta liscia abbastanza larga o anche senza bocchetta, come ho fatto io.

  8. Foderare la leccarda con carta forno e creare dei bastoncini di circa 10-12 centimetri, distanziandoli tra di loro, per non farli attaccare.

  9. Spargere sui biscotti abbondante zucchero a velo. Qui trovate come fare lo Zucchero a velo perfetto in casa, in economia e in pochi minuti.

  10. Infornare subito e lasciare cuocere per 15-20 minuti, regolando tempi e temperature in base alla potenza del proprio forno. I biscotti dovranno rimanere piuttosto bianchicci, con una doratura molto lieve.

  11. Buona degudtazione!

I consigli di Annamaria

I Savoiardi con zucchero a velo, una volta freddi, possono essere conservati nei sacchettini per congelare.Si manteranno morbidi per alcuni giorni. Se, invece, si preferiscono secchi, situarli su di un vassoio e lasciarli asciugare a temperatura ambiente.

Se dovessero durare parecchi giorni e seccarsi troppo, possono essere utilizzati come biscotti da inzuppo o con bagne varie, per ealizzare altri tipi di dolci.

Potete anche leggere: Taralli glassati al limone Tetù glassati

Per altri Dolci cliccare Qui

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.