Crea sito

Frittelle di Carnevale alla cannella

Oggi voglio proporvi le Frittelle di Canevale alla cannella. La festa più allegra dell’anno si avvicina e con essa il piacere di fare dei dolci tipici. Le frittelle sono delle golosissime palline di pasta lievitata e fritta, soffici e rese più golose sia per le profumazioni che si aggiungono all’impasto, sia perchè, una volta cotte, vengono tuffate nello zucchero. Io, per facilitarvi la ricerca, ho creato una raccolta di dolci di Carnevale di tutti i tipi, che potete trovare cliccando qui. Le frittelle che vi propongo oggi, le ho profumate alla cannella e devo dirvi che sono davvero irresistibili.

vfrittelle di carnevale alla cannella
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni5 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Frittelle di Carnevale alla cannella

  • 350 gfarina 00
  • 520 mlacqua
  • 50 gburro
  • 5uova (medie)
  • q.b.cannella in polvere
  • q.b.zucchero
  • 1 bustinavanillina
  • 1 lolio di arachide

Cosa serve per le Frittelle di Carnevale alla cannella

  • 1 Padella a bordi alti
  • Pellicola per alimenti
  • Tegame
  • 1 Schiumarola
  • Carta assorbente
  • 1 Cucchiaio di legno
  • Frusta elettrica

Preparazione delle Frittelle di Carnevale alla cannella

  1. La realizzazione delle Frittelle di Carnevale alla cannella è davvero semplice. Non essendovi lievito, non è necessario attendere a lungo. Le uova faranno lievitare l’impasto, che diventerà soffice come una nuvola.

  2. Iniziare mettendo l’acqua e il burro in un tegame e lasciarlo scaldare. Appena il burro si sarà completamente sciolto e l’acqua comincerà a fare le bollicine sul fondo della pentola, come quando sta per bollire, buttarvi dentro la farina, tutta in una volta.

  3. Mescolare il composto velocemente, con un cucchiaio di legno, in modo che la farina assorba tutta l’acqua e continuare a mescolare a fuoco moderato, fino a quando non si sarà formata una patina sul fondo del recipiente.

  4. A questo punto, bisognerà mettere il preparato in una ciotola e attendere che diventi tiepido, perchè, se dovesse essere ancora molto caldo, le uova che andremo ad aggiungere, cuocerebbero.

  5. Quando il composto sarà diventato tiepido, aggiungere la vanillina e la cannella, in polvere o a stecche sbriciolate, come si preferisce, e cominciare ad inserire il primo uovo, leggermente sbattuto.

  6. Lavorare con le mani o con le fruste elettriche. Inserire le uova, uno alla volta, facendo attenzione che, prima di inserire il successivo, il precedente sia stato completamente assorbito

  7. Dopo aver inserito l’ultimo uovo, coprire con della pelllicola alimentare e lasciare riposare una mezz’ora. Intanto, mettere sul fuoco una padella a bordi alti o un tegame con l’olio di arachidi.

  8. Per chi possiede un termometro da cucina, può misurarne la temperatura, che dovrà essere di 175-180°, chi non lo possiede, può testare la temperatura, mettendo nell’olio un po’ di impasto.

  9. Se la temperatura è ottimale, la pasta affonderà nell’olio, per risalire a galla nel giro di qualche secondo. Se ciò non dovesse succedere, significa che l’olio è freddo e in questo modo, la frittella diventerebbe una spugna e assorbirebbe troppo olio.

  10. Prelevare un po’ meno di mezzo cucchiaio di impasto e farlo cadere nell’olio, facendolo scivolare con un secondo cucchiaio. Fare questa operazione di seguito, senza affollare molto l’olio, in quanto le frittelle gonfieranno parecchio.

  11. Smuovelre spesso, in modo da farle dorare bene da tutti i lati, quindi estrarle con una schiumarola e metterle su della carta assorbente. Continuare così, fino ad eliminare tutto l’impasto.

  12. Appena diventeranno tiepide, rotolarle nello zucchero semolato e servirle, oppure, fornire ogni commensale di una cioltolina con lo zucchero e provvederà lui stesso a inzuccherarle.

  13. A proprio gusto e in base all’intensità di profumo di cannella che si vuole sentire, quest’ultima può essere ulteriormente aggiunta sulle frittelle una volta fritte.

  14. A me, non resta che augurare buon Carnevale e buona deustazione delle Frittelle alla cannella!

I consigli di Annamaria

Potete anche leggere: Ricette di carnevale

Per altri dolci cliccare qui.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.