Carciofi alla pecorara

Il Carciofi alla pecorara sono un secondo piatto davvero semplice e molto gustoso. Una variante ai Carciofi ripieni e ai Cariciofi ripieni con mortadella. Questa volta ho voluto provare i carciofi ripieni di ricotta e devo dire che è stato un vero successo. Ogni carciofo accoglie dentro di sé un semplice impasto, che vede la ricotta come protagonista. Che dire? Provateli e poi mi direte. A casa mia si sono leccati i baffi! Vediamo insieme come preparare questi buonissimi Carciofi alla pecorara.

verticale carciofi alla pecorara
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    30-40 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Carciofi 8
  • Ricotta 300 g
  • Parmigiano reggiano 80 g
  • Pangrattato 5 cucchiai
  • Cipollotto fresco 1
  • Uova 1
  • Olio di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo 1 ciuffo

Preparazione

  1. Passiamo alla preparazione dei carciofi alla pecorara. Mettere dell’acqua in una ciotola abbastanza capiente e farvi sciogliere dentro un bel pugnetto di sale. Allargare le foglie ai carciofi e tagliarne il gambo, lasciandone un paio di cm dall’attaccatura del fiore.

  2. Metterli ammollo all’acqua salata e lasciarli così per 15 minuti, smuovendoli spesso. Questa operazione fa sì che eventuali insetti presenti all’interno dei carciofi, fuoriescano. Sciacquarli sotto l’acqua corrente e metterli a scolare capovolti.

  3. Intanto, preparare il ripieno. In una ciotola mettere la ricotta, il formaggio grattugiato, il pangrattato, il cipollotto affettato, il prezzemolo tritato, l’uovo il sale ed il pepe. Impastare bene, aggiungendo altro formaggio o pangrattato qualora l’impasto dovesse risultare molliccio o aggiungendo un po’ di olio se, invece, dovesse risultare asciutto. L’impasto dovrà avere una consistenza un po’ più morbida delle polpette.

  4. Dividere l’impasto in 8 parti e, dopo aver allargato la parte centrale dei carciofi, farcirli, mettendo l’impasto al centro di ognuno di essi. Prendere un tegame della larghezza che possa contenerli tutti e posizionarvi dentro i carciofi ripieni di ricotta, facendo poggiare i gambi sul fondo del tegame.

  5. I carciofi dovranno essere messi uno accanto all’altro in modo da non muoversi durante la cottura. Se la pentola dovesse risultare più grande e dovessero rimanere degli spazi vuoti, lavare qualche patata e metterla nello spazio vuoto. La patata cuocerà assieme ai carciofi e si potrà utilizzare per fare delle polpette, un’insalata o un purè.

  6. Versare nel tegame dell’acqua, stando attenti a non bagnare la superficie dei carciofi, arrivando fino a 3/4 del loro livello. Salare e aggiungere un filo di olio. Cuocere a fiamma media, fino a quando i carciofi risulteranno cotti.

  7. Man mano che l’acqua si asciugherà, aggiungerne dell’altra, avendo sempre cura di non bagnare il ripieno. Ora non vi resta che gustarvi questi deliziosi Carciofi alla pecorara!

CONSIGLI

Io ho utilizzato della ricotta di pecora, ma può essere sostituita con quella di mucca dal sapore più delicato.

Il parmigiano può essere sostituito con del pecorino.

Altre RICETTA CON I CARCIOFI si possono leggere cliccando QUI

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook ANNAMARIA TRA FORNO E FORNELLI , per essere aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Se volete cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Annamaria tra forno e fornelli è anche su G+ Pinterest  Twitter Instagram seguitemi numerosi. GRAZIE PER L’ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE  :)

Ricette salate, secondi e contorni

Informazioni su Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Precedente Semifreddo fragole e vaniglia Successivo Gelato alla fragola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.