[banner]

Questa e’ un altra ricetta della mia amica Viviana, la mia amica di Palermo che mi concede tutte le sue sfiziosità..

Per gli arancini di riso cliccate qui

Comunque questa e’ la ricetta dello sfincione fatto da lei e la sua famiglia, immagino che , come in ogni tradizione, ci sia una ricetta tipica che poi viene “rivisitata” dalle varie zone e ancora dalle varie famiglie; io e tanto meno Viviana vogliamo aver la presunzione di avere la formula esatta e vincente dello Sfincione , ma vi propongo la sua versione, che e’ tanto buona 🙂 ecco perche’ “a modo suo” 😛

Ingredienti:

-Pasta per pizza lievitata almeno 3 ore ,la trovate ciccando qui , e potete sostituire anche l’acqua dell’impasto con il latte volendo.

-400 g di pomodoroi

-150 g di formaggio caciocavallo

-50 g di pecorino gratt.

-6 acciughe sott’olio

-1 cipolla

-origano ,sale,pepe,olio q.b.

-da 50 a 100 g di pangrattato (ottenuto da pane raffermo)

Procedimento:

Prendere la pasta lievitata e lavorarla con il pecorino grattugiato e formare nuovamente una “palla” che lasceremo rposare al coperto per qualche ora.

Prima di stendere la pasta, prendiamo la cipolla la mondiamo e l’affettiamo sottilmente ,la rosoliamo sino a farla imbiondire in padella, con olio caldo,successivamente aggiungiamo i pomodori tagliati a pezzetti,saliamo ed aggiungiamo una macinata di pepe.Lasciamo cuocere i pomodori , rimestando spesso, sino a quando saranno cotti e sfaldati, sino a quando il composto non si sara’ asciugato, non deve, il pomodoro,  rimanere liquido.

A questo punto stendiamo la pasta che avevamo lavorato con il pecorino ed adagiamola nella leccarda del forno.unta con l’olio.

Una volta stesa la pasta spezzettare le acciughe e ” infilarle ” nella pasta, premendo con un dito sino a formare una conca dove infilerete l’acciuga, e continuare cosi’ sino ad aver ricoperto tutta la pasta stesa ( vedi foto); ora aggiungere il caciocavallo a fette e distribuirlo tra un’acciuga ed un’ altra, sulla pasta ,come faremmo con la mozzarella per la pizza.

Ora ricopriamo in modo omogeneo la superficie della pasta con il pomodoro  che avevamo cotto.

In un padellino antiaderente facciamo tostare il pangrattato che successivamente distribuiremo sullo Sfincione, sopra il pomodoro.

Lo Sfincione e’ pronto per essere cotto.

Inforniamo in forno gia’ caldo a180° per circa 20-25 minuti …

Buon appetito 🙂 …e ancora una volta Grazie VIVY.

sfincione vivysfincione vivy

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti su Ricetta: lo sfincione a “modo suo”

I Commenti sono chiusi.