Quest’ oggi commettiamo un doveroso peccato di gola, ogni tanto ci vuole , lo dico sempre;  ma pecchiamo con gusto e cerchiamo di alleggerire il carico, se possibile 🙂 Come? Utilizzando per la frittura l’olio di oliva, pulito mai usato prima, inoltre immergiamo gli anelli a friggere quando l’olio e’ bollente , cosi’ che non si inzuppino inutilmente di olio in attesa di friggersi. Usiamo della carta assorbente per levare l’eccesso di olio e mettiamo solo un pizzico di sale nella impanatura leggera.. un pizzico di limone alla fine , ed ecco, il gioco e’ fatto! Io per questa ricetta , questa volta,avevo degli anelli belli carnosi e cicciottelli, li ho fritti per circa sei minuti, ovviamente il tempo varia a seconda della grandezza del pezzo che dobbiamo friggere. Immergete nell’olio una “briciolissima” piccola di pane, se questo risale a galla immediatamente con tante bollicine intorno , l’olio e’ pronto 🙂

Io ho fatto cosi’::

Ingredienti per 4 persone :

-1 kg di anelli ( i miei erano paciocconi)

-1 pizzico di sale q.b.

-il succo di limone q.b.

-250 (circa) di farina “0”

-250 (circa) di pangrattato, se fosse fatto da voi ancor meglio 🙂

-olio d’oliva q.b.

Occorrente: carta assorbente

Preparazione:

Ho mescolato la farina col pangrattato ed il pizzico di sale in una capiente ciotola.

Poco alla volta ho preso gli anelli e li ho ripassati nel mix di farina e pangrattato , finche’ non si fossero ben ricoperti di impanatura.

Ho proceduto sino ad impanarli tutti.

Nel frattempo avevo gia’ messo una padella con abbondante olio sul fuoco abbastanza vivace.

Dopo la prova della mia briciolina, ho appurato che l’olio fosse pronto per “accogliere” gli anelli di calamari.

Poco alla volta li  ho immersi nell’olio e li ho rigirati con l’aiuto di una schiumarola, per circa 5-6 minuti , quando il loro aspetto era dorato e croccante , li ho adagiati sulla carta assorbente e riposti in una ciotola pulita.

Ho proceduto così sino a friggere tutti gli anelli.

Ho impiattato,e servito i miei calamari fritti belli caldi , croccanti fuori e morbidi dentro…. una spruzzata di limone … ed eccoli pronti, troppo buonissimi!!!! Buon fritto, anzi anelli fritti 🙂

Se vuoi puoi seguirmi anche sui social : Google +, Instagram e Pinterest

Se vuoi essere sempre aggiornata/o sulle mie ricette o curiosità seguimi su Facebook cliccando qui: Gusto Sano Fan Page

ANELLI FRITTIANELLI FRITTI

 

 

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti su Ricetta: Anelli fritti

I Commenti sono chiusi.