Polpette di cavolfiore e patate speziate alla paprika

Le polpette di cavolfiore possiedono tutti i requisiti per un buon secondo piatto, in più sono veramente facili da preparare e sono molto sfiziose. I cavolfiore è un alimento prezioso per i suoi principi nutritivi: potassio, calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamina C . Con questa ricetta riuscirete a far mangiare il cavolfiore ai nostri bambini. In questa ricetta le polpette le ho fritte in padella, ma le potete cucinare anche al forno. Sono eccellenti per un antipasto sfizioso e genuino, ideali anche per un buffet o per un aperitivo con parenti o amici . Dei bocconcini dorati e croccanti fuori e morbidi dentro. Quando si compra un cavolfiore deve essere ben chiuso, compatto, senza macchie. Le foglie esterne devono essere croccanti e aderenti alla testa. Un fiore sodo e compatto, è indice di freschezza. La superficie leggermente annerita tradisce una cattiva e prolungata conservazione.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Porzioni12/14 polpette
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le polpette di cavolfiore e patate

  • 400 gcavolfiore
  • 150 gpatate
  • 60 gparmigiano Reggiano DOP
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.sale pepe e noce moscata
  • q.b.farina
  • q.b.pangrattato
  • 3uova
  • q.b.olio di arachide (per friggere)
  • q.b.paprika dolce

Strumenti

  • Pentola
  • Padella
  • Schiacciapatate

Preparazione delle polpette di cavolfiore e patate

  1. Pulire il cavolfiore, staccare le cimette. Lessare in abbondante acqua salata per 15/20 min., una volta cotto scolatelo e fatelo sgocciolare in un colapasta per almeno mezzora.

  2. Lessate una patata 40 min. in acqua leggermente salata.

  3. Con uno schiacciapatate schiacciare il cavolfiore e le patate per otterrete una purea. 

  4. In una ciotola versare il cavolfiore, la patata, un uovo e il formaggio grattato il prezzemolo e mescolare. Unire anche, il sale, il pepe e la noce moscata e amalgamare ancora. Se occorre aggiungere un pò di pangrattato. Bisogna ottenere un composto piuttosto sodo.

  5. Formare le polpette metterle in frigorifero per mezz’ora.

  6. Trascorso il tempo di riposo in frigo le polpette saranno più sode e si potranno lavorare, meglio. A parte, sbattere le uova aggiungere un pizzico di sale e di pepe. Passare la polpetta una alla volta prima nella farina poi nell’ uovo sbattuto e infine nel pangrattato, (nel pangrattato ho aggiunto un pò di paprika dolce ). 

  7. Scaldare abbondante olio in una padella antiaderente e friggere poche polpette alla volta, rigirandole in modo da dorarle uniformemente.

  8. Adagiare le polpette fritte su carta assorbente per assorbire l’unto. Squisite se mangiate da calde. 

  9. Le vostre polpette di cavolfiore sono pronte per essere gustate calde. Buon appetito.

Consigli

Quando si compra un cavolfiore deve essere ben chiuso, compatto, senza macchie. Le foglie esterne devono essere croccanti e aderenti alla testa. Un fiore sodo e compatto, è indice di freschezza. La superficie leggermente annerita tradisce una cattiva e prolungata conservazione. Se volete cuocere le polpette in forno caldo, a 220°c per 15 minuti. A metà cottura rigirate le polpette in modo che diventino ben dorate su entrambi i lati. Le polpette sono buone mangiate da subito ma se restano si conservano in frigo per una giornata chiuse ermeticamente.  Se vi è piaciuta questa ricetta lasciate una votazione e seguitemi su altre ricette grazie infinite su Gusto amore e fantasie di Angie. Un clik sulla quinta stellina Grazie.

Servite calde.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Arancini di riso con carne e piselli Successivo Orecchiette con i broccoli pasta fresca fatta in casa