Gnocchi Viola al gorgonzola

Gnocchi Viola al gorgonzola. che bontà! In ogni caso i vostri piatti brilleranno di luce propria.
Si tratta di una pietanza ricca e sostanziosa da provare assolutamente!!
Anche se non sempre è facile trovarle nei negozi di ortofrutta o nei supermercati e le carote viola sono una chicca che non potete farvi scappare.

Le carote viola hanno molte proprietà e un’elevata percentuale di vitamina B, C, PP, D ed E, oltre che una gran varietà di sali minerali come potassio, ferro, calcio, fosforo, magnesio e zinco.

Morbide e coloratissime vengono utilizzate principalmente creme vellutate e per gli gnocchi.
Per questi gnocchi viola ho usato anche le patate in parti uguale “di carote viole e di patate”.

Per avere degli ottimi gnocchi è meglio usare le patate di pasta bianca,  ricche di amido e un po’ invecchiate poichè più povere di acqua. In questo modo sarà possibile anche utilizzare meno farina durante l’impasto.
E’ sconsigliato l’uso delle patate nuove, in quanto, essendo acquose, rilascerebbero umidità nella farina. 

Per quanto riguarda il condimento, potete sbizzarrirvi.
Io adoro i formaggi e anzi, trovo che il miglior modo di gustare un buon gnocco sia proprio quello di condirlo con una fonduta saporita.

In questo cosa sono rimasta sul classico quindi, utilizzando del gorgonzola abbinato a croccanti noci…
La semplicità paga è piatto divino da leccarsi i baffi. 

Sponsorizzato da 200

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni5/6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Gnocchi Viola al gorgonzola

Ingredienti per gli gnocchi viola
  • 500 gpatate
  • 500carote viola
  • 1uovo
  • 300farina 0 (250/300 in base all’umidità)
  • sale

Ingredienti per il condimento dei gnocchi viola

  • 30 gburro
  • 150 ggorgonzola
  • 2 cucchiai da tavolalatte (la quantità potrebbe variare in base alla consistenza e cremosità della gorgonzola )
  • 5noci, secche

Preparazione

  1. Prepara le patate e le carote lavandole, sbucciandole, riducendole in pezzi e cuocendole in un tegame d’acqua fredda, da portare a bollore (salandola). In alternativa: lessa il tutto nella vaporiera!

    Oppure. ( Senza pelarle, falle bollire per 20 minuti circa in pentola a pressione, salando leggermente l’acqua).

  2. Passa le carote in un mixer con un uovo il tutto deve diventare una crema.

  3. Schiacciate le patate.

    In uno schiacciapatate.

    ( Le patate erano bianche ma avendole cotte insieme alle carote hanno assorbito il viola).

  4. Unire la purea di carote viola e le patate e un pizzico di sale quindi aggiungere la farina, e poco per volta (per evitare eccessivi assorbimenti), e impasta rapidamente.

    (La quantità di farina fornita negli ingredienti è puramente indicativa, la capacità di assorbirla da parte delle patate e carote potrebbe variare a seconda dell’umidità della stessa. Impastate in modo che assorbano tutta la farina).

  5. Taglia il panetto in porzioni, da lavorare a bastoncini di 3 cm di spessore. Ora, con un tarocco, suddividili in pezzetti di 2-3 cm.

  6. (Passa ciascuno sul riga gnocchi, oppure sui rebbi di una forchetta, per ottenere le tipiche scanalature).

    Man mano che sono pronti, disponi gli gnocchi di patate e carote viola su un vassoio foderato e leggermente infarinato.

    Mi raccomando, cuocili subito.

  7. Nel mentre prepara la salsa.

    Per la salsa basterà sciogliere il burro in un pentolino alto, unire i pezzetti di gorgonzola e due cucchiai di latte.

    (Il latte in base a quanta crema di gorgonzola si prepara ne servirà di più o meno andateci cauti).

  8. Quando l’acqua bolle, salala e aggiungi gli gnocchi, armandoti di schiumarola per rimuoverli una volta riemersi in superficie (dopo pochi minuti).

  9. Sporzionare gli gnocchi nei piatti e guarniscili con la salsa di gorgonzola e condire alla fine con noci e pepe.

  10. Buon appetito.

Consigli

Consiglio di scegliere patate più o meno della stessa grandezza, circa 200 g l’una, in modo tale da ottenere poi una cottura uniforme.

La quantità di farina non deve superare la quantità 1/3 del peso delle patate, altrimenti gli gnocchi vengono duri e inizia a percepirsi il gusto di farina.

Conviene congelarli da crudi: prima su un vassoio, poi puoi trasferirli in un sacchetto alimentare dopo che si sono induriti. Se devi cuocerli non scongelarli ma buttali direttamente nell’acqua bollente salata.

Se questa ricetta ti è piaciuta clicca su tante stelline grazie infinite.

Vi aspetto nel mio gruppo : https://www.facebook.com/groups/488624465780860

oppure nella mia pagina : https://www.facebook.com/gustoamoreefantasie

4,7 / 5
Grazie per aver votato!