Risotto al midollo e limone mantecato alla vaniglia.

Risotto, risotto. Ne mangiamo parecchio in casa, di conseguenza c’e’ sempre l’esigenza di trovare gusti e combinazioni nuove ed al contempo, si sa’, pulire il frigo da avanzi vari.

11209771_10203802460997474_7436882781678253774_n

Questo risotto e’ nato dal fatto che avevo il midollo cotto avanzato dal fare il budino la cui ricetta la trovate qui:

https://blog.giallozafferano.it/growingupitalian/budino-al-midollo-e-vaniglia-con-crosta-di-caramello/

Il resto, e’ semplice. Ma andiamo per ordine.

RISOTTO AL MIDOLLO E LIMONE, MANTECATO ALLA VANIGLIA.

Ingredienti per 4 persone

4 ossa con midollo (di bue) di circa 4 cm di diametro

50 gr di burro a pomata

1/2 baccello di vaniglia

1 limone, scorza e succo

Sale

Vino bianco

2 scalogni

2 cucchiaini  d’olio

Acqua bollente q.b

4 generose manciate di riso Carnaroli

COME SI FA’:

Per prima cosa preparate il burro per mantecare il risotto.

Con un coltello aprire a meta’ la bacca di vaniglia e rimuovene i semi con la parte non tagliente della lama di un coltello.

11165220_10203802175470336_3249678688891312723_n

Unire i semi di vaniglia al burro a pomata ed incorporarli con una forchetta. Mettere da parte.

Ora cuociamo le ossa di bue con midollo.

DSCF7368

Riscaldare il forno a 200 C. Con dei piccoli quadrotti di carta alluminio ricoprire la parte inferiore delle ossa (cosi’ il midollo sciogliendosi, non esce) ed infornateli per circa 30 minuti o finche’ saranno di colore dorato tendente allo scuro.

DSCF7374

Rimuoveteli dal forno e lasciateli raffreddare mentre preparate il risotto.

In una casseruola mettete gli scalogni tritati e due cucchiaini d’olio. Lasciate  rosolare e appena diventano come trasparenti, unire il riso ed il midollo estratto dalle ossa. Tostare il riso, continuando a mescolare per qualche minuto.

Aggiungere un bicchiere di vino e continuare a girare finche’ non sara’ totalmente assorbito.

NOTA se volete potete aggiungere del vino rosso. Il tannino del vino si combinera’ con il grasso del midollo ed il riso non risultera’ di colore rosa. Tuttavia io preferisco un bianco con questo piatto.

Ora aggiungete il succo di limone, e ripetete l’operazione.

Per continuare la cottura aggiungete acqua bollente quando necessario fino ad ultimare la cottura del riso.

Per ultimo, unire il burro con la vaniglia e mantecare.

DSCF7391

La vaniglia con il suo retrogusto dolce e’ anche ideale per accompagnare il piatto con capesante, gamberi e polpa di granchio.

Finire unendo la scorza grattugiata del limone e guarnire se volete con fette di limone passate sotto al broiler per caramellarle.

Enjoy!!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.