Crea sito

Panini morbidissimi alla Zucca, burro nocciola, Salvia e spezie.

Questi panini alla Zucca  sono carinissimi, e buonissimi! Ideali per rinfrescare il look della tavola durante le feste.

Panini alla zucca

L’aggiunta di un’erba fresca aromatica e di qualche spezia, li rendera’ ancora piu’ attraenti al palato e la forma a zucca invece li rende adatti anche come segnaposto commestibile.

Io ho usato della salvia, ed utilizzato i gambi piu’ grandi come stemma della zucca. Se invece avete il Rosmarino andra’ benone pure quello.

Per esaltarne il colore giallo, ho usato un uovo e dello zucchero di canna naturale.


Provateli anche voi. Sofficissimi!! Sono irresistibili appena caldi di forno.

PANINI DI ZUCCA ~ A FORMA DI ZUCCA

Ingredienti per circa 8 panini

10 g di lievito secco in granuli

57 g di acqua tiepida

1 uovo

170 g di pure’ di zucca

15 g di burro nocciolato (oppure olio d’oliva)

390 g di farina Manitoba

53 g di zucchero di canna Moscovado (naturale)

1 1/2 cucchiaini di sale marino fino

Un pizzico piccolo di spezie miste

Un pizzico piccolo di Cardamomo

COME SI FANNO

Per prima cosa nocciolate il burro: prendetene un po’ piu’ della quantita’ desiderata, perche’ poi alcune parti solide rimarranno nella pentola. Io ne ho presi 20 grammi. A fuoco basso fate sciogliere il burro e mescolate di continuo finche’ vedrete che compariranno piccoli granuli colorati sul fondo della pentola e il burro avra’ assunto un colore ambrato. Lasciate scendere i sedimenti sul fondo rimuovendo la pentola dal fuoco e lasciando riposare il burro per qualche minuto. Pesatelo prima dell’uso.

Nella ciotola della planetaria, mettete il lievito in granuli, l’acqua tiepida e lo zucchero.

Quando il lievito’ si sara’ attivato, risultando in una schiuma in superficie, aggiungete il pure’, l’uovo ed il burro nocciolato. Impastate con il gancio ad uncino, aggiungendo anche gli altri ingredienti: la farina, la salvia tritata e le spezie ed infine~per ultimo~ il sale.

NOTA: Se volete impressionare i vostri ospiti, friggete la salvia nel burro, scolatela e poi tritatela. Aggiungendola cosi all’impasto, lo rendera’ molto piu’ saporito.

Impastate a media velocita’ per circa 10 minuti.

Rivestite l’impasto con un filo di olio e lasciatelo riposare nella ciotola per circa un’ora in luogo privo di correnti d’aria, coperto con una canovaccio.

Quando sara’ raddoppiato di volume, mettete l’impasto su una spianatoia di legno infarinata (oppure una superficie liscia) e dategli la forma di un disco. Sezionatelo in 8 (o 10 ) parti .

Formate un panino con ogniuna delle sezioni.  Ora, cominciate a disegnare la zucca in ogni panino.

Con l’indice della mano sinistra, ( o viceversa se site mancini) fate un dente al centro e con la mano destra tagliate intorno alla circonferenza 7 spacchi, senza arrivare al centro. Occorrera’ che i panini poggino su di una superficie leggermente infarinata o si attaccheranno.

Trasferite le zucche in una teglia da forno e sistemate il picciolo. Ripetete l’operazione con tutto l’impasto.

Ora spennellate la superfice dei panini con un tuorlo d’uovo battuto con un filo d’acqua ed un pizzico di sale. Cospargete con semi di sesamo e lasciate lievitare di nuovo per circa 1 ora, o finche’ le zucche saranno raddoppiate di volume.

Panini alla zucca

Nel frattempo riscaldate il forno a 180 gradi.  Una volta lievitati, infornate i panini per circa 15-20 minuti, dipende dal forno.

Se occorre, lasciateli cuocere altri 5 minuti, ma fate attenzione perche’, data la composizione zuccherina dell’impasto, si scuriscono molto.

Enjoy!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.