Crea sito

Gnocchi di Patate ripieni di formaggio. Ricetta Pulifrigo.

Avevo voglia di Gnocchi di Patate oggi. Gia’ che c’ero ho dato anche una pulita ai cassetti del frigorifero. Non ci crederete ma ne e’ venuto fuori un pranzo vegetariano divino!!

Gnocchi di patate ripieni di formaggio

Ho deciso di fare degli gnocchi giganti e riempirli con del Gorgonzola.

Due cipolle caramellate hanno accompagnato gli gnocchi in un connubio perfetto, dolce e salato, mentre le noci tostate hanno aggiunto un po’ di croccantezza.

Insomma, non vi resta che provarli!

GNOCCHI DI PATATE RIPIENI AL FORMAGGIO.

Dose per 4 persone

Livello: medio

Tempo occorrente: 3 ore

Ingredienti:

500 g di “polpa di patate” cotte al forno. Vedi nota**sotto

150 g di farina (io ho usato la manitoba perche’ non avevo altro)

Un bel pizzico di sale

1 uovo medio

65 g di Gorgonzola tagliato a dadini piccoli (oppure formaggio a vostra scelta)

2 cipolle piccole

2 cucchiai di olio

30 g di burro

100 g di Noci Tostate e tritate o Q.B secondo i gusti

COME SI FANNO:

nota** Per riuscire ad ottenere 500 g di patate pulite, sono partita da un Kg circa di patate Russet. Le ho cotte al forno a 190 gradi per circa un’ora, dopo averle lavate bene e bucherellate con un coltello.

Per prima cosa preparate le cipolle. Caramellare le cipolle richiede ore!

Tagliatele a dadini oppure nel senso dalla larghezza. Mettetele in una pentola capiente, unite l’olio il burro ed un pizzico di sale. A fiamma molto bassa cominciate a cuocerle.

NON DOVETE girarle o mescolarle se non quando vedete che si cominicano a caramellare sul fondo. Questo e’ il vero segreto delle cipolle caramellate perfette. Fuoco basso e cottura indisturbata.  Quando hanno cominciato a dorarsi e sono di un colore miele scuro, coprite la pentola e continuate la cottura finche’ saranno morbidissime e dolci di sapore. Circa 2 o 3 ore.

Gnocchi di patate ripieni di formaggio

Per gli gnocchi:

Mettete la farina a fontana, passate le patate con un passino al centro della fontana.  Unite il sale. Cominciate ad impastare finche’ avrete un impasto uniforme e liscio. Dopo qualche minuto, quando l’impasto sara’ morbido  mettetelo a riposare sotto un telo di cotone.

Nel frattempo tostate le noci in una padella a fuoco medio, quando cominciano a profumare, toglietele senza farle bruciare. Tritatele e mettete da parte.

Ora tagliate un pezzo di impasto degli gnocchi. Formate la classica corda ed appiattitela con le mani fino a uno spessore di circa 1cm

Ritagliate tanti quadrotti come quello nella foto di circa 4 cm di lato.

Gnocchi di patate ripieni di formaggio

Dovreste ricavare circa 30 gnocchi (piu’ o meno)

Adagiate senza pressare un piccolo quadretto di formaggio al centro di ciascun quadrotto. Chiudete i lati opposti, come a formare una piramide, poi schiacciatela ed appallottolatela, fino a formare una piccola sfera.

Passatela MOLTO gentilmente sull’arricciagnocchi. Ripetete l’operazione con tutti i quadratini.

Gnocchi di patate ripieni di formaggio

Mentre la superficie degli gnocchi si “asciuga” all’aria un pochino, portate a bollore l’acqua salata.

Io calcolo circa 7 o 8 gnocchi a persona. Sono grandi e molto ricchi.

Quando l’acqua bolle, gentilmente tuffate gli gnocchi. Non piu’ di due o tre alla volta.

Abbassate la fiamma, cosi’ non si “scontrano” tra loro bollendo e perdono la forma.

Quando vengono a galla, scolateli con un cucchiaio forato e metteteli in una ciotola con un filo di olio d’oliva cosi’ non si appiccicano tra loro. (Io ho usato burro nocciolato).

Impiattate e decorate con le cipolle caramellate, le noci tritate, e se volete ancora piu’ formaggio.

Gnocchi di patate ripieni di formaggio

Una grattugiata di pepe e via!

Enjoy!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.