Crea sito

Dolce di Polenta e Grappa con scorze Candite

Un dolce che parla d’Inverno. Grappa, Polenta e canditi.  Il tutto “camuffato” da zucca Nocciolina .

Ideale per Halloween, o per quando si ha bisogno di un dolce pratico, buono, e di scena.

Con pochissima farina, questo dolce alla Polenta e’ leggero ma “consistente”.

Si adatta perfettamente a qualsiasi forma vogliate dargli. Io ho usato una polenta bianca Bramata regalatami dai miei carissimi amici Veneziani.  Poi, ho usato le scorze candite fatte in casa. La ricetta la trovate qui:

Scorze di agrumi candite fatte in casa

Un po’ di essenza di Mandorla per esaltarne il sapore, e voila’. Un dolce semplicemente ….speciale.

DOLCE DI POLENTA, GRAPPA E SCORZE CANDITE

LIVELLO : FACILE

TEMPO: 1 ora incluso il tempo di cottura

Ricetta adattata da David Lebovitz

Ingredienti per meta’ zucca (ovvero stampo da 20 cm di diametro)

110 g di burro non salato

90 g di zucchero

1 cucchiaio di scorza candita di arancia o pompelmo

2 Uova

1/2 Cucchiaino di essenza di Mandorle

1 Cucchiaio colmo di grappa

60 g di Polenta bianca Bramata

105 g di farina di mandorle

25 g di farina 00

4 g di lievito chimico in polvere (anche vanigliato)

Un pizzico di sale

Per la glassatura:

Cioccolato bianco sciolto a bagnomaria con un filo d’olio d’oliva

Scorze candite tagliate a pezzettoni.

COME SI FA’:

Imburrate e cospargete di polenta uno stampo da forno (antiaderente).

Riscaldate il forno a 180 gradi.

Nella ciotola di una impastatrice, mettete il burro, lo zucchero e le scorze candite tritate finemente.

Io metto le scorze con il burro per fare si’ che il sapore rimanga impermeato e piu’ intenso.

Con il gancio a farfalla, impastate per circa 3 minuti finche’ il composto diventera’ chiaro e spumoso.

Aggiungete ora le uova a temperatura ambiente, l’essenza di mandorle, la grappa.

In un’altra ciotola, unite e mescolate la Polenta, la farina di mandorle, e la farina 00, il lievito ed il sale.

Aggiungete quest’ultimo mix a quello nell’impastatrice. Non mescolate troppo pero’, altrimenti l’impasto diventera’ duro.

Versate nello stampo e livellate leggermente con un coltello bagnato.

Cuocete per circa 25 minuti o finche’ dorato.

Se volete creare una zucca come me, dovrete cuocere due meta’ ed unirle cospargendo le superfici di entrambe con della marmellata, dopo averle pareggiate con un coltello.

Quindi rovesciate una meta’ sull’altra e glassate con del cioccolato bianco. Per far scendere bene il cioccolato battete il piatto leggermente. Cospargete con scorze candite a tocchetti.

Come “stemma” ne ho usato uno di una zucca che avevo cotto qualche giorno fa’ e lo ho incastrato al centro della ciambella superiore con gli avanzi della “pareggiatura” delle torte di cui sopra.

Non era bello a vedersi, ma la glassa di cioccolato copre tutto. Ogni fetta sara’ un’esplosione di sapori!

La marmellata al centro, la rende anche un po’ extra dolce che non guasta, per contrastare il leggero retrogusto aspro delle scorze candite.

Facile, bello, buono!

Enjoy!!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Una risposta a “Dolce di Polenta e Grappa con scorze Candite”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.