Crema di Finocchio, Pere e Nocciole contro i gonfiori

Una bella zuppa disintossicante! Una combinazione gustosa tra Finocchio e Pere. Ottima per aiutare contro i gonfiori e la ritenzione idrica estiva.

Questa, la mia “voglia” oggi. Cosi, nella mia ricerca di ingredienti freschi e di stagione, ho deciso  per una combinazione dolciastra. Buona anche fredda, che avesse pero’ un po’ di croccantezza data in questo caso dalle nocciole tostate.

La crema di Finocchio si presenta benissimo sul piattoOggi ho sperimentato arrostendo le verdure perche’ avevo tempo, di solito non lo faccio. Non ho notato grandi differenze nel sapore, quindi la prossima volta mi risparmiero’ “lo sforzo”,  e cuocero’ le verdure senza arrostirle. Pero’ come sapete, le PERE AL FORNO SALATE sono la mia passione.

Ingredienti freschi per la crema di Finocchio

Per le mie Pere alla Lavanda Trovate la ricetta qui:

Pere ripiene al formaggio e lavanda

Ma torniamo a noi. In questi giorni e’ stato caldissimo qui nel Pacific North West, ed ho notato una certa ritenzione idrica. Ho sempre saputo delle proprieta’ del finocchio per combattere i gonfiori quindi. Detto fatto! Combattiamo i gonfiori con gusto!!

Pere Anjou oppure Bosc sono le mie preferite per la crema di Finocchio

CREMA AL FINOCCHIO E PERE CON NOCCIOLE TOSTATE

Vegana, Gluten Free (senza glutine) per 4 persone

Ingredienti:

2 Porri medio grandi (solo la parte bianca)

2 pere ( io di solito uso Comice oppure Bosc) ma usate quello che avete purche’ non siano verdi

2 finocchi non troppo grandi

NOTA: quando scegliete il finocchio, prendetelo Maschio (meno fibroso). Lo riconoscete perche’ e’ bello tondo. Quelli femmina sono piu’ lunghi e piatti.

4 cucchiai d’olio

1 litro di brodo vegetale oppure solo acqua

Timo in foglie fresche Q.B

Vino bianco Q.B

Per Guarnire: Nocciole tostate tritate grossolanamente ed un filo d’olio.

Volendo: una riduzione d’aceto balsamico.

VERSIONE VEGETARIANA: Guarnire con Creme Freche, Panna Acida, Yogurt Greco oppure Parmigiano

COME SI FA’

Pulire il finocchio e rimuovere la parte dura centrale, dura. Conservatela per altri usi. Tenete un po’ delle fronde per guarnire il piatto se volete.

Lasciate quelche pezzo di Finocchio per guarnire

Pelate e tagliate a dadini le pere.

IN una pentola bella grande, mettete l’olio e fate scaldare, unite i porri tritati e farli cuocere finche’ saranno dorati. Sfumare con del vino bianco (oppure acqua) e farlo evaporare totalmente.

Ora aggiungere  il finocchio a pezzetti. Cuocete a fuoco medio per circa 10 minuti, salando leggermente. Quando il finocchio sara’ morbido, aggiungete le pere ed il brodo caldo (o l’acqua). Unite il timo tritato se lo usate.

Cuocere altri 10 minuti a fuoco medio finche’ le pere saranno cotte.

A questo punto metto il Minipimer (frullatore ad immersione/Immersion blender) nella pentola e riduco la zuppa in crema.

Se non e’ della consistenza che volete potete sempre ridurla ulteriormente sul fuoco oppure aggiungere liquidi. A me piace piu’ cremosa che liquida, devo dire.

Aggiustate di sale, pepe bianco.

Impiattare e guarnire con fronde di finocchio, nocciole tostate ed olio se volete.

ed ecco la vostra crema di Finocchio disintossicante

Enjoy!!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.