Biscotti “Gingerbread” innevati in 3D. Istruzioni passo passo.

I paesaggi innevati un po’ mi mancano…Mi chiedono: come e’ Natale  alle Hawaii? Beh e’ caratterizzato da piogge e neve ad alta quota sul monte Haleakala.  Di neve qui in citta’ non se ne vede mai, quindi perche’ non replicarla con una semplice ghiaccia reale? Gia’ che ci siamo, decoriamoci dei biscottini Natalizi come i Gingerbread. L’unica differenza? che sono 3D!

Gingerbread 3D

Carinissimi da vedersi e deliziosi da mangiare. Per il pan speziato o Gingerbread ho scelto una ricetta originale del  Lebkuchen riadattandola per praticita’. Per le casette ho fatto  un modellino di carta oleata che poi ho ritagliato. Semplicissimo.

Spero che vi piaccia farli e che vi divertiate per lo meno quanto me! A Natale, si torna tutti un po’ bambini, anche in cucina!

BISCOTTI GINGERBREAD 3D

Ingredienti per circa 6 casette e biscotti.

Livello : Medio

Tempo occorrente: 1 ora per i biscotti, ed una vita per decorarli 🙂

Ingredienti:

375 g farina (piu’ per la superficie di lavoro)

10 g di bicarbonato

Un pizzico di sale

Zenzero fresco grattugiato Q.B (io ne ho usato circa 1 cucchiaio)

5 g di cannella in polvere

3 g di spezie miste in polvere o chiodi di garofano in polvere

90 g di burro non salato

1 uovo

4 cucchiai di Melassa

4 cucchiai di zucchero semolato

scorza grattugiata di mezzo limone

Vaniglia (facoltativa) Q.B

150 g di zucchero di canna

GHIACCIA REALE: SEGUE ricetta
Per DECORARE: Dragees perline, zucchero per decorare e granella di zucchero.

Gingerbread 3D

COME SI FANNO:

In una casseruola abbastanza grande, versate la Melassa, gli zuccheri, e le spezie in polvere. Portate a bollore mescolando di tanto in tanto.

Quando avra’ raggiunto un bollore pieno, togliete la casseruola dal fuoco e versate il bicarbonato. Attente!! Il volume del composto aumentera’ di piu’ del doppio.

Ora, sempre mescolando, aggiungete il burro a pezzetti. Uno alla volta, e facendo attenzione a scioglierli prima di aggiungerne un’altro.

Unite l’uovo precedentemente battuto e l’essenza di vaniglia.

Ora unite la farina e mescolate. Il composto risultera’ molto appiccicoso. Va bene cosi’.

Versatelo su di una superficie da lavoro infarinata ed impastatelo finche’ non risultera’ piu’ appiccicoso. Necessitera’ di abbondante farina pero’ non esagerate o la ghiaccia reale non si attacchera’ al biscotto.

Ora stendete l’impasto con un mattarello. Lo spessore e’ a piacere, ma io ho optato per uno spessore di circa 3 mm.

Di seguito trovate le istruzioni per le dimensioni nella foto qui sotto.

Gingerbread 3D

NOTA: non vi preoccupate se i lati non sono perfettamente lineari. Potete sempre smussarli con un coltello. Io ho usato lo stesso stampo del biscotto di base per fare il bordo ondulato del tetto ma non e’ obbligatorio, specialmente se poi usate le mandorle per decorarlo.

Una volta tagliati i biscotti, infornateli a 160 gradi per circa 15 minuti. Non si devono colorare sui bordi, mi raccomando.

Sfornateli e lasciateli raffreddare mentre preparate la GHIACCIA REALE:

1 Albume (circa 30 g)

130-150 g di zucchero a velo ( io ne ho usati 130 g cosi’ non si solidifica subito)

3 o 4 gocce di succo di limone

Come si fa’:

Mescolate l’albume ed il succo di limone finche’ formera’ una schiuma leggera. Unite lo zucchero e cominciate a montare il composto con delle fruste elettriche o a mano.

Ora la vostra Ghiaccia Reale e’ pronta per essere utilizzata usando una sac a poche.

Prima saldate i bordi del retro e dei lati, poi l’entrata ed infine il tetto.

Una volta asciutto, saldate le scaglie di mandorle (se le usate) per il tetto e la porta.

Gingerbread 3D

Nota: Per l’albero di Natale ho usato semplicemente uno stampo da biscotti.

Una volta freddi e quando la Ghiaccia Reale e’ solida, potete impacchettarli.

Gingerbread 3D

Enjoy!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.