BIALY, quando il Bagel diventa un classico di New York

Cosa e’ un Bialy?

BialyVe lo spiego cominciando con la sua storia, visto che i Bialy sono poco conosciuti all’infuori di New York City.
I Bialy approdarono in America con i primi immigranti Polacchi dell’inizio secolo.
In quel periodo centinaia di migliaia di Ebrei Polacchi si stabilirono nella “grande mela”. Alcuni provennero dalla citta’ di Bialystok in Polonia.
Naturalmente con loro arrivarono anche le loro tradizioni e quindi i Bialy.
All’epoca decine di panetterie sfornavano Bialy, ora si contano invece sulla punta delle dita.
Rimangono tuttavia un classico Newyorkese o meglio, di Manhattan.

Bialy

Un Bialy e’ come un bagel, ma senza il buco centrale. Inoltre, tecnicamente parlando e’ piu’ facile da farsi perche’ non deve essere bollito prima della cottura in forno, come il bagel.
La depressione al centro del Bialy viene riempita di solito di cipolle, pangrattato e semi di papavero.
Anche se questo prodotto rimane piuttosto sconosciuto nel resto degli Stati Uniti, io credo che valga la pena scoprirlo. Va’ consumato in giornata per un risultato migliore, oppure utilizzato tostato, spaccato a meta’ e riempito di formaggio spalmabile.
La grandezza del Bialy varia. Da 10 cm di diametro alle dimensioni di una piccola pizza.

Bialy

In qualunque modo lo vogliate gustare, questo “gioiello” di New York merita la vostra attenzione.
Provatelo!!

BIALY
Ingredienti per 8 Bialy di medie dimensioni

Livello: Facile

Tempo occorrente: 4 ore inclusa cottura

Bialy

INGREDIENTI:

Per la Farcitura:

3 cipolle caramellate con olio e ridotto ad una consistenza asciutta. Mescolate poi con 3 cucchiai di pangrattato.

Per l’IMPASTO:

1 cucchiaino di lievito secco in granuli
360 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero di canna

400 gr di farina Manitoba
2 cucchiaini di sale

FINITURA:

Semi di papavero
1 rosso d’uovo per la glassa

COME SI FANNO:
Attivate il lievito con circa 60ml di acqua e lo zucchero.
Quando il lievito sara’ spumeggiante aggiungete la farina, e l’acqua rimanente.
Con il gancio ad uncino del mixer, impastate 5 minuti. Lasciate riposare un’ora coperto da un panno. Trascorso il tempo necessario, aggiungete il sale ed impastate di nuovo per qualche minuto. Lasciate riposare di nuovo un’ora.

Dividete quindi l’impasto in 12 panini e poneteli in teglie da forno. Appiattiteli con le mani e distanziateli  parecchio tra loro perche’ in cottura si espanderanno.

Fate riposare i panini cosi’ per circa 30-40 minuti esposti all’aria.
Spolverateli leggermente di farina quindi con il fondo di un bicchiere piatto praticate un avvallamento al centro.

Con una forchetta bucherellate il fondo dell’avvallameto per non farlo gonfiare troppo in forno.

BialyRiempite la depressione con le cipolle e spennellate i brordi con il rosso d’uovo quindi cospargeteli di semi di papavero.
Infornate a 220 gradi per circa 15 minuti o finche’ dorati in superficie.
Consumateli in giornata.

Enjoy!

Bialy

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.