Taralli dolci pugliesi

I taralli sono un preparazione tipica pugliese dai svariati sapori:al pepe,al peperoncino,alla pizza,i classici all’olio ,  esiste anche una variante dolce data da una glassa fatta di acqua e zucchero.

Questi taralli dolci glassati sono preparati in occasione delle grandi festività, a volte accompagnano le bomboniere degli sposi.

In prossimità del Natale ho voluto provare quelli classici glassati al limone.

La ricetta è quella dei taralli salati,cambia la grandezza e la glassa.

Ho pensato di prepararli per aderire al tema della rubrica di Aifb “Farina del nostro sacco“,che in questo mese pubblicherà alcune ricette tipiche di Natale preparate dai soci ,non perdete l’occasione di scorrere questa carrellata.

taralli dolci glassati
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    Bollitura 10+ 20-30 in forno minuti
  • Porzioni:
    10 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Impasto

  • Farina 300 g
  • Olio extravergine d’oliva 100 ml
  • Vino bianco 100 ml
  • Sale pizzico

Galssa

  • Zucchero 300 g
  • Acqua 50 ml
  • Succo di limone cucchiaio

Preparazione

  1. Il procedimento è molto semplice.

    Impastare la farina insieme all’olio ,al vino bianco e al pizzico di sale e lavorare per ottenere un impasto morbido da lasciar riposare una ventina di minuti.

    Dopo il riposo ricavare delle porzioni da 50 g l’una,lavorare un filoncino di 20 cm e richiudere a ciambellina.

    Preparare una pentola con acqua da portare a bollore e tuffarvi le vostre ciambelline.Questo è il passaggio della prima cottura.

    Adagiate su carta assorbente e lasciate asciugare.

    Accendete il forno e 200° e fate cuocere i taralli fino a doratura(qui il tempo dipende molto dal vostro forno,serviranno dai 20 minuti in su).Sfornate i taralli e lasciateli completamente raffreddare.

    Preparate la glassa facendo sciogliere su fuoco lo zucchero insieme all’acqua ,furori da fuoco aggiungere l’aroma scelto (per me succo di limone) e tuffarvi i taralli per ricoprirli del tutto.

    Lasciate asciugare la glassa prima di consumarli.

Note

In molte famiglie l’aroma di questi taralli è dato dall’anice.

Conservateli in una scatola di latta per alcuni giorni.

Potete aggiungere alla glassa anche un albume montato per dare un colore più bianco.

%7% %corrente%
Precedente Bagel di Gerusalemme

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.