Pettole per San Martino

Le  pettole sono una preparazione tipica del Salento in occasione delle festività natalizie,in alcune zone le prime pettole vengono preparate durante la festa di San Martino,l’11 novembre,data in cui si aprono le botti di vino nuovo e di solito si firmano i contratti agricoli o di affitti di case.

San Martino ,vescovo di Tours, è un santo conosciuto per la sua generosità visto che la sua storia di conversione si lega ad un mantello diviso a metà per donarlo ad un mendicante incontrato lungo il tragitto a cavallo.L’indomani il suo mantello era integro e dopo un sogno premonitore seguì la chiamata vocazionale.

La festa di San Martino è molto sentita in tutta Italia e in molte zone si festeggia con preparazioni tipiche: i biscotti a forma di cavallo ricoperti di confetti colorati nel veneziano,i biscotti morbidi all’anice in Sicilia,tanti piatti a base di oca e, come vi accennavo all’inizio,le pettole.

Le pettole vanno mangiate nell’immediato ricoperte di zucchero o di miele ,hanno u gusto neutro che si può abbinare anche al salato.

 

pettole
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 + lievitazione minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 250 g
  • Acqua 180 ml
  • Lievito di birra fresco 3 g
  • Sale 1/2 cucchiaino
  • Olio di semi di girasole
  • Zucchero

Preparazione

  1. In una parte di acqua sciogliete il lievito di birra e nell’altra il sale.

    Setacciate la farina e cominciate ad impastare insieme all’acqua fino ad ottenere un impasto liscio,omogeneo da far lievitare in una ciotola ,coperta con pellicola,fino al raddoppio.

    Una volta trascorso il tempo della lievitazione,fate scaldare in una pentola abbondante olio di semi,deve essere olio profondo per ottenere una cottura uniforme delle pettole. Per vedere se l’olio è pronto immergete il dorso di un cucchiaio di legno e se fa attorno le bollicine potete procedere.

    Con l’aiuto di un cucchiaio prelevate dell’impasto e immergete nell’olio ,fate dorare per bene ,aiutandovi con una pinza per girare le pettole.

    Scolate su carta assorbente,passate nello zucchero o nel miele e degustate le pettole insieme al vino nuovo.

Note

Non prelevate troppo impasto altrimenti rischiate di non cuocerle all’interno,la grandezza è quella di un boccone.Potete arricchire l’impasto con qualche aroma se lo gradite.

Tanti auguri a me che sono nata il giorno di San Martino 🙂 .

 

%7% %corrente%
Precedente Crostata di Halloween Successivo Trofie con melanzana perlina e pomodorini per Fruit24

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.