Frustine di semola con il ciauscolo

Le frustine di semola con il ciauscolo è la ricetta che ho preparato per un  contest che mi ha da subito incuriosito per l’utilizzo di un salume a me sconosciuto.Il ciauscolo è un salume marchigiano molto morbido,spalmabile e speziato all’aglio,dall’anno scorso ha ottenuto anche la denominazione Igp e ogni anno si organizza un festival a lui dedicato in quel di Castelsantangelo sul Nera.Dopo gli avvenimenti dell’agosto scorso ,purtroppo la zona è stata colpita pesantemente dal terremoto e la Norcineria Alto Nera ha dovuto spostare la sua attività a Campocavallo di Osimo e in occasione del prossimo festival del ciauscolo d’oro hanno pensato di organizzare un contest dove valorizzare questo salume.

La mia idea di valorizzare il ciauscolo nasce per caso in una qualsiasi giornata in cui dovendo pranzare fuori per via del lavoro e dovendo fare un pasto veloce ho consumato un panino al salame e da lì l’idea di inserire il ciauscolo in un impasto lievitato e ho pensato a delle frustine  di semola ideali come spuntino(ho preso spunto da una ricetta di Sara Papa).

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    120 minuti
  • Cottura:
    20-30 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Semola di grano duro rimacinata 600 g
  • Acqua 350 ml
  • Olio 50 ml
  • Sale 10 g
  • Lievito di birra 8 g
  • Ciauscolo 300 g
  • Pecorino 30 g

Preparazione

  1. Sciogliete il sale in metà acqua e il lievito di birra nell’altra metà.

    Aggiungete alla semola poco per volta i due liquidi e alla fine anche l’olio.

    Impastate per ottenere un impasto liscio ed elastico da lasciar lievitare fino al raddoppio(circa due ore).

    Trascorso il tempo di riposo stendete l’impasto su una spianatoia spolverizzata di semola e appiattite con un mattarello fino a ricavare un rettangolo .

    Tagliare al coltello il ciauscolo e distribuirlo sul rettangolo unto di olio,ricavare delle strisce di un paio di cm e richiudere su se stessa ogni striscia e prendendo le due estremità attorcigliare la pasta su se stessa e adagiare la frustina sulla placca rivestita con carta da forno.

  2. Scaldare a 200° il forno ,spolverizzate le frustine con il pecorino e cuocete le  per 20-30 minuti(dipende dal forno),comunque fino a doratura.

Note

Con questa ricetta partecipo al Contest ‘Quant’è buona morbidezza …’ della Norcineria Alto Nera

 

 

Precedente Lasagne con farina di farro,asparagi e speck Successivo Semifreddo alle fragole

Lascia un commento

*