La crescia marchigiana

La crescia marchigiana è un lievitato salato che volevo preparare da sempre e da poco ho trovato il tempo.Cercando informazioni tra i miei contatti,gironzolando su internet ho trovato varie ricette e combinando varie letture e aggiungendo un po’ di esperienza personale sui lievitati ho trovato la mia ricetta prendendo spunto dal blog di Leonilla e da Giallo Zafferano. Non potete immaginare il profumo che invade la cucina durante la cottura e la delizia al palato mentre la si mangia.Nelle Marche si prepara nel periodo di Pasqua e con uno stampo particolare,io ho usato uno stampo da ciambella,potete usare anche quello in carta da panettone della capacità di 1 kg.

crescia marchigiana

Crescia marchigiana

Ingredienti:

250 g di farina manitoba

250 g di farina 00

3 uova

12 g di lievito di birra

120 g di parmigiano grattugiato

50 g di pecorino grattugiato

120 ml di olio evo

180 ml di latte

10 g di sale

pepe a piacere

Procedimento:

sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido e tenete da parte.

Mescolate le due farine,aggiungete i due tipi di formaggio grattugiato,il sale,il pepe,l’olio evo e il latte in cuci avete sciolto il lievito e cominciate a mescolare.Aggiungete le uova uno alla volta per farle assorbire per bene e lavorate l’impasto per una decina di minuti per ottenere una palla elastica che metterete a lievitare fino al raddoppio del volume.Dopo la lievitazione lavorate un pò l’impasto e mettetelo in uno stampo  da panettone oppure da ciambella come ho fatto io e lasciate  lievitare per almeno un’altra ora.

Accendete il forno a 200° e cuocete la crescia per circa 30-40 m abbassando la temperatura a 180° dopo i primi dieci minuti.

Nelle ricette trovate non c’è la doppia lievitazione,ma io la faccio sempre per rendere il lievitato più digeribile.

Crescia v

%7% %corrente%
Precedente Crema cheese ai frutti rossi Successivo Pizza con patate e salsiccia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.