Crea sito

Zeppole di San Giuseppe

Le zeppole di San Giuseppe le conoscete?…Una prelibatezza! E l’amarena? Quel tocco in piu’ che fa la differenza.Un dolce tipico per la festa del papà ormai tipico in tutta Italia.Si possono gustare sia fritti che al forno, ricoperti da crema paticcera e un’amarena. Gli ingredienti: la farina, le uova, l’acqua, il burro,il sale e l’olio per friggere. Andiamo in cucina e vediamo come si realizzano.IMG_5811

Zeppole di San Giuseppe

INGREDIENTI  per circa 20 zeppole:

200 ml di acqua

150 gr di farina

50 gr di burro

3 uova

1 pizzico di sale

olio di semi per friggere

amarene sciroppate q.b.

zucchero a velo q.b.

facoltativa la cannella

carta da forno

500 gr di crema pasticcera

ESECUZIONE

Versare l’acqua in una pentola con il burro e il sale,portare ad ebollizione.

Appena si accenna il bollore,togliere la pentola dal fuoco e versare tutta la farina.

Mescolare energicamente,riporre la pentola sul fuoca minimo,e mescolare fino a chè si staccherà, frigolando, sul fondo della pentola si formerà una patina.

Togliere la pentola dal fuoco e farla  raffreddare.

Ora aggiungere un uovo per volta,far incorporare bene il primo e poi aggiungere il successivo.

Questo passaggio fatelo lavorando l’impasto con le fruste.

L’impasto,in gergo, deve scrivere.

Trasferire l’impasto in tasca da pasticceria.

Tagliare tanti quadratini con la carta da forno (5 cm x 5 cm).

Su ognuno realizzare una zeppola circolare.

In una padella capiente versare l’olio e portare a bollore.

Immergere nell’olio le zeppole con la carta,e abbassare un pò la temperatura

perchè potrebbero,abbrustolirsi fuori ed essere crude all’interno.

Ripetere questo passaggio fino alla fine dell’impasto.

Quando si saranno raffreddate guarnire con la crema pasticcera e delle amarene.

Spolverizzare con zucchero a velo e cannella.

N.B. per una lievitazione più soffice aggiungere un pizzico di lievito per dolci.

Se ti piace questa ricetta continua a seguirmi anche su Facebook, clicca mi piace sulla mia pagina

I MANICARETTI DI NONNA LELLA nozioni di cucina amatoriale, dalla mia cucina alla vostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *