Crea sito

Spuntature di maiale con polenta e cavolo cappuccio

Spuntature di maiale con polenta e cavolo cappuccio

Spuntature di maiale con cavolo cappuccio

Andiamo avanti con le ricette tipiche trentine,
piatto povero, ma ricco e gustoso.
Solitamente si usano gli stinchi di maiale, ma ieri non li ho trovati,
quindi ho dovuto ripiegare sulle spuntature, la polenta invece è quella
famosa di Storo, dal gusto particolare, buonissima.
Vediamo come preparare le Spuntature di maiale con polenta e cavolo cappuccio

Ingredienti per 6 persone:

1,800 Kg di spuntature di maiale
1 cavolo cappuccio bello sodo
500 g di farina per polenta (io ho usato quella di Storo)
1/2 cipolla grossa tritata fine
1/2 cipolla lasciata tagliata in due pezzi
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva
1 rametto di rosmarino
1 rametto di salvia
pepe in grani e macinato
sale
1/2 bicchiere di vino bianco

Preparazione:

per prima cosa, lavate il cavolo cappuccio e tagliatelo a striscioline fini,
in un tegame basso e largo versare 4 cucchiai di olio extravergine di oliva,
aggiungete la cipolla tritata e lasciate rosolare per qualche minuto.
Aggiungere le striscioline di cavolo, il pepe in grani q.b. e salate,
lasciate insaporire per un attimo a fuoco allegro, quindi aggiungere
1 bicchiere di acqua, abbassare la fiamma e lasciare stufare per 3 ore,
aggiungendo, quando si asciuga, poca acqua alla volta.
Saranno cotti quando assumeranno un colore marroncino chiaro
e quando si saranno asciugati dell’acqua di cottura.

Mentre il cavolo si cucina, prendiamo una teglia antiaderente, adatta
anche per la cottura in forno, versiamo dentro 4 cucchiai di olio,
la cipolla tagliata in due e lo spicchio di aglio pulito e lavato.
Adagiamo sopra le spuntature e mettiamo sul fuoco,
lasciamo rosolare a fuoco medio molto bene, rigirando spesso i pezzi di carne,
salate e pepate.
Accendete il forno in modalità statica a 175°C

Quando il tutto sarà ben rosolato, sfumiamo con il vino bianco,
lasciamolo evaporare, trasferiamo ora la teglia nel forno già caldo
e finiamo di cucinare le spuntature, girandole spesso.
Data la natura grassa di questa parte dell’animale,
non avrete bisogno di aggiungere altri liquidi,
perché in cottura si formerà il sughetto … un po’ grassetto…
ma ogni tanto ci sta, no? 😉
Io le ho lasciate in forno per un’oretta o poco più,
regolatevi voi, anche in base alla grandezza delle vostra spuntature.

A questo punto preparate la polenta, mettendo sul fuoco 2 litri di acqua,
la ricetta la trovate qui
Se eseguite tutto come vi sto scrivendo, arriverete ad avere 
tutte e tre le pietanze cotte in contemporanea.

Quando tutto è pronto, chiamate tutti a tavola!
Servite il piatto con una bella fetta di polenta, irrorata
con il sughetto delle spuntature e con vicino il contorno di cavolo cappuccio.

Che bontà! Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.