Crea sito

La scafata

La scafata

La scafata

La Scafata è una zuppa buonissima tipica del Lazio, ma so che si possono trovare varie versioni in tutte le regioni del centro Italia in genere. Me l’ha fatta conoscere mia suocera è chi ne aveva mai sentito parlare? La prima volta che l’ho mangiata non l’ho guardata con occhio benevolo…. diciamo che non ha un bel colore, ma appena la si assaggia si viene rapiti da una miriade di sapori meravigliosi, sapori della nostra terra, che fanno di questa zuppa un ottimo piatto unico e quindi sostanzioso.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di fave
  • 250 g di piselli
  • 1 cipolla media
  • 4 carciofi
  • 1 bel cespo di lattuga romana
  • un cespo piccolo di bietole
  • 1 bel rametto di mentuccia romana
  • 4 pomodori pelati
  • 4 uova
  • 4 fette di pane casereccio spesse
  • 1 limone
  • sale, olio extravergine di oliva

Preparazione:

  1. Per prima cosa pulire i carciofi. Eliminare le foglie esterne più dure, a noi serviranno i cuori. Divideteli in 4 e metteteli in una terrina in cui avrete versato dell’acqua e spremuto il succo del limone.
  2. Sgranate le fave e sbollentatele in acqua bollente, quel tanto che vi permetta di eliminare la pellicina esterna, in questo modo risulteranno oltre che più tenere anche più digeribili.
  3. Se usate i piselli freschi, sbollentate anche questi nell’acqua di cottura delle fave, altrimenti se li usate surgelati non scottateli.
  4. Lavate le biete e la lattuga e tagliatele a listarelle non troppo sottili, ma piuttosto larghe.
  5. In una pentola alta, versate 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, aggiungete la cipolla tritata e lasciatela imbiondire per qualche istante.
  6. Aggiungere le fave, i carciofi e i piselli e fateli insaporire qualche minuto.
  7. Unire le biete e la lattuga e i pelati tagliuzzati grossolanamente. Mescolate bene il tutto.
  8. Coprite il tutto con abbondante acqua e lasciate cuocere fino a quando tutte le verdure saranno tenere, ci vorranno circa 30-40 minuti. All’ultimo, unite le foglioline di mentuccia tagliuzzate.
  9. Tostate le 4 fette di pane, volendo le potete aromatizzare strofinandole con dell’aglio, adagiate le 4 fette in piatti individuali.
  10. Sgusciate le 4 uova, una per piatto.
  11. Versate su ogni uovo la zuppa bollentissima, in questo modo si cucineranno al momento.
  12. Condite con un filo di olio extravergine a crudo e buon appetito, sentirete quanto è buona!

Se avete piacere, potete seguirmi nel web: trovate
qui la mia pagina FacebookTwitter e anche Google+ ( pagina del blog e profilo personale ) per
restare sempre aggiornati sulle nuove ricette e in contatto con me!

2 Risposte a “La scafata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.