Gnocchi Speck, panna e mandorle

Gli gnocchi Speck, panna e mandorle sono un primo piatto delizioso e molto semplice da realizzare. Ovviamente se volete preparare da voi gli gnocchi la faccenda diventa più lunga, ma se li acquistate già belli e fatti in un attimo ve la sbrigherete.

Gnocchi Speck, panna e mandorle
  • Difficoltà:Bassa
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 1 kg gnocchi di patate
  • 150 g Speck
  • 1 cipolla piccola
  • 200 ml Panna da cucina
  • 4 cucchiai Passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere Vino bianco
  • 2 cucchiai mandorle tritate
  • q.b. sale, pepe, olio extravergine
  • q.b. Parmigiano reggiano
  • q.b. prezzemolo tritato

Preparazione

    • Porre sul fuoco una capace pentola piena di acqua salata e portarla a bollore.
    • Nel frattempo dedicarsi al condimento. In un tegame basso e largo versare dell’olio extravergine di oliva, unire la cipolla tritata e lasciarla rosolare leggermente.
    • Aggiungere lo Speck tagliato a striscioline e lasciarlo insaporire per qualche istante.
    • Sfumare con il vino bianco e quando sarà evaporato, aggiungere la passata di pomodoro. Regolare di sale e pepe e lasciare cuocere una decina di minuti.
    • Cuocere gli gnocchi.
    • Aggiungere la panna all’intingolo, il prezzemolo tritato e dopo 5 minuti spegnere il fuoco.
    • Quando gli gnocchi saranno tornati a galla, scolarli e trasferirli direttamente nella pentola del condimento, fateli saltare per qualche istante, completare con il Parmigiano e altro pepe e servire subito. Buon appetito!
  1. Torna alla HOMEPAGE


    Clicca su MI piace alla mia pagina facebook QUI e non perderai più le nuove ricette.

    Volete essere sempre aggiornati sulle nuove ricette del blog?
    Iscrivetevi alla Newsletter, non ve ne perderete una!

    Se avete piacere, potete seguirmi sul web: trovate
    qui la mia pagina FacebookTwitter e anche Google+ ( pagina del blog e profilo personale ) per
    restare sempre aggiornati sulle nuove ricette e in contatto con me!

Precedente Arrosti, polpettoni secondi per le Feste Successivo Menù della Vigilia di Natale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.