Crea sito

Colomba classica

Colomba classica

 

Colomba classica

 

Colomba classica

E finalmente anche io ho provato a fare la Colomba, era da anni che volevo provare a farla, ma non ho mai trovato una ricetta che mi convincesse fino in fondo, troppe uova, troppo burro, troppo di tutto, ma nel blog della mia carissima amica Michela  ho trovato la ricetta perfetta, ho cambiato il ripieno, ma per il resto è uguale. Se avete intenzione anche voi di farla per Pasqua ve la consiglio con tutto il cuore, perchè è semplice da preparare e soprattutto vi darà tantissima soddisfazione sia per gli occhi che per il palato.

Ingredienti per uno stampo a forma di colomba da 750 g:

Primo impasto
  • 80 g di farina Manitoba ( o una farina di forza W 260)
  • 80 ml di latte
  • 8 g di lievito di birra fresco

Secondo impasto

  • Impasto precedente +
  • 60 g di farina Manitoba ( o una farina di forza W 260)
  • 90 ml di acqua tiepida

Terzo impasto

  • Impasto precedente +
  • 100 g di farina Manitoba ( o una farina di forza W 260)
  • 20 g di burro a temperatura ambiente
  • 20 g di zucchero semolato

Quarto impasto

  • Impasto precedente +
  • 210 g di farina 00
  • 2 uova intere
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 120 g di zucchero semolato
  • 5 g di sale fino
  • buccia grattugiata di 1 limone biologico
  • 100 g di canditi di arancia

Per la copertura

  • 1 albume d’uovo
  • 40 g di zucchero semolato
  • 40 g di farina di mandorle
  • mandorle intere q.b.
  • granella di zucchero q.b.

Preparazione:

una premessa, io, per sbaglio, non avevo calcolato bene i tempi di lievitazione, ho iniziato la preparazione della colomba di pomeriggio alle ore 17.00 Quando ho eseguito il quarto impasto mi sono resa conto che avrei finito, cottura compresa, alle 03.00 del mattino  😯  non mi sembrava proprio il caso, quindi ho coperto con la pellicola da cucina la terrina con l’impasto e l’ho messa in frigorifero fino alla mattina, dopodichè ho messo la terrina nel forno spento, ma con la lucina accesa, e ho lasciato lievitare per tre ore, poi, come da ricetta, ho messo l’impasto nello stampo e fatto lievitare per altre 2 ore e mezza quindi ho cotto la colomba. Dal risultato non sembra che questo intoppo abbia influito sulla buona riuscita del dolce, per cui ora vi indico come farla in giornata, ma se non avete tempo, potete tranquillamente iniziare al pomeriggio e proseguire la mattina dopo, l’importante è che mettiate il QUARTO IMPASTO IN FRIGORIFERO.

  1. Primo impasto: sciogliere il lievito di birra nel latte intiepidito, unire la farina e mescolare con un mestolo di legno o per dolci. Coprire la terrina con la pellicola per alimenti e porre a lievitare, per 1 ora, nel forno spento ma con la lucina accesa.
  2. Secondo impasto: prendete il primo impasto, aggiungete la farina e piano piano l’acqua leggermente tiepida, mescolate bene, quindi coprire la terrina con la pellicola per alimenti e porre a lievitare, per 1 ora, nel forno spento ma con la lucina accesa.
  3. Terzo impasto: prendere l’impasto, aggiungere la farina e lo zucchero. Ora potete lavorare l’impasto con lo sbattitore, ma con le fruste a gancio, per chi ha la fortuna di averla, usate la planetaria. Unite il burro a pezzetti e lavorate bene fino a quando l’impasto sarà ben incordato. Per incordatura si intende la creazione della maglia glutinica che consente all’impasto di trattenere al suo interno i liquidi.L’incordatura è quel momento in cui, mentre si impasta, l’impasto si stacca dalle pareti della ciotola dell’impastatrice ( o, se a mano, si stacca dalla terrina) e diventa una massa compatta. Coprire la terrina con la pellicola per alimenti e porre a lievitare, per 2 ore, nel forno spento ma con la lucina accesa.
  4. Quarto impasto: all’impasto precedente, aggiungere, la farina, lo zucchero e le uova, una per volta, il tutto sempre con lo sbattitore o impastatrice in funzione. Quanto tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, unire il burro a pezzetti e lavorare almeno per 15 minuti l’impasto o per lo meno fino ad incordatura. A questo punto, aggiungere i canditi di arancia e la buccia del limone grattugiata, mescolando a mano. Dovrete ottenere un impasto liscio e non più appiccicoso. A questo punto coprire la terrina con la pellicola per alimenti e porre a lievitare, per 3 ore, nel forno spento ma con la lucina accesa. ( se decidete di procedere il giorno dopo è questo il momento di coprire l’impasto e metterlo in frigorifero)
  5. Dai che ci siamo quasi! Ponete l’impasto sulla spianatoia infarinata e dividetelo in tre parti, due uguali e più piccole per le ali e e una più grande per il corpo.
  6. colomba1
  7.   Procedete, con ogni pezzo, ad una serie di pieghe come vi mostro in foto. colomba2
  8. Adagiate i tre impasti, con la chiusura rivolta verso il basso, nello stampo a forma di colomba, e lasciate lievitare sempre nel forno spento, ma con la lucina accesa, per altre 2 ore, 2 ore e mezza colomba3
  9. Versare l’albume in una ciotola, unire lo zucchero e la farina di mandorle, quindi sbattere il tutto con una forchetta, fino ad ottenere un composto spumoso e fluido, ecco fatta la glassa!
  10. Trascorse le 2 ore, 2 ore e mezza, versare la glassa sulla superficie della colomba, attenzione a non bucarla, altrimenti si sgonfia. Guarnire con le mandorle intere e la granella di zucchero. colomba4
  11. Infornare in forno statico già caldo a 170°C per 50-55 minuti. A circa 20 minuti dalla fine della cottura, coprite la colomba con un foglio di carta stagnola per evitare che si colori troppo.
    Lasciare raffreddare completamente la colomba prima di mangiarla, sentirete che buona!

Se avete piacere, potete seguirmi nel web: trovate
qui la mia pagina FacebookTwitter e anche Google+ ( pagina del blog e profilo personale ) per
restare sempre aggiornati sulle nuove ricette e in contatto con me!

Colomba classica

Colomba classica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.