Crea sito
In Pane, pizze e focacce

Pane semi-integrale in giornata

Pane semi-integrale impastato in giornata

simboli-alimentari-9 Pane semi-integrale in giornata

É bello accostare farine di vario tipo per donare al pane gusti e profumi differenti . Per questa versione piú rustica ho scelto di usare la farina integrale e di procedere con una lievitazione in giornata per ottenere un pane alveolato dentro e croccante fuori.


Cosa serve

225 g farina tipo 1 (o almeno W240)
225 g farina integrale
327.5 g acqua
40 g lievito madre 50% (oppure 1g lievito secco o 3,12g di lievito fresco)
9 g sale
Farina di semola di grano duro (opzionale)

* Se decidete di usare il lievito secco o quello fresco, ricordatevi di aggiungere 12,6g di acqua e 25,3g di farina al totale.

Avrete anche bisogno di:
– scolapasta (per dare forma al pane)
– canovaccio in stoffa (per coprirlo)
– ciotola capiente (per impastare)
– contenitore (per far lievitare)


Procedimento

Rinfresco (la sera prima / solo per lievito madre)
Se avete deciso anche voi di usare il lievito madre vi consiglio di rinfrescarlo la sera prima. Se invece preferite usare il lievito secco o fresco saltate direttamente questo passaggio.
Sciogliete bene 40g di lievito madre in 20g di acqua e poi aggiungete 40g di farina (la stessa che usate solitamente per rinfrescare il lievito) e mescolate. Una volta ottenuto un panetto omogeneo, coprite con la pellicola e lasciate riposare tutta la notte a temperatura ambiente.

Autolisi (30 min prima): in una ciotola capiente versate tutte la farina (al netto di quella giá usata per il rinfresco del lievito) e circa 267g di acqua. Mescolate bene il composto e lasciate riposare per 30min. 

Impasto
Prendete di nuovo il composto ottenuto con l’autolisi e aggiungete il lievito rinfrescato (o il lievito che avete deciso di usare; se usate quello fresco scioglietelo prima in dell’ acqua tiepida presa dal totale). Quindi mescolate bene per amalgamare il tutto, poi aggiungete il sale e continuate a mescolare (se usate l’impastatrice mantenete una velocitá medio-bassa).

Una volta amalgamato il tutto fate puntare l’impasto circa 10 minuti e poi iniziate con i giri di pieghe: 3 giri, uno ogni 30 minuti. Nelle pause coprite l’impasto a campana (cioé con il contenitore sopra), se invece risulta umido/morbido lasciatelo scoperto. Poi trasferitelo in un contenitore oliato e fate lievitare fino al raddoppio.

A questo punto versate l’impasto su un piano leggermente infarinato, sgonfiatelo un po’ con le mani e fate una piega a 3. per fare la preforma. Quindi fate lievitare per 30 minuti coprendo l’impasto a campana.

É ora il momento di dare forma al vostro pane. Prendete quindi lo scolapasta e ricopritelo internamente con il canovaccio di stoffa inumidito e infarinato (meglio usare la farina di semola). Prendete il vostro impasto lievitato e procedete con la forma a pagnotta rotonda. Per farlo stendete leggermente l’impasto sul piano infarinato e poi portate tutti i lembi (a partire dagli angoli) verso il centro per chiudere. Quindi capovolgete la pagnotta e mettetela nello scolapasta e coprite con il canovaccio. Lasciate lievitare per 30min/1h dentro il forno spento chiuso.

Cottura
Preriscaldate il forno a 230′ e posizionate sul fondo un pentolino con dell’acqua (per creare umidità).
Nel frattempo riprendete il vostro impasto e capovolgetelo su un piano. Infarinate bene la superficie e fate dei tagli incidendo con un coltello ben affilato. Quindi infornate e lasciate cuocere 20min.
Poi abbassate la temperatura a 200′ e fate cuocere altri 30/40 min.
Infine impostate il forno ventilato a 180’e fate cuocere ancora 15 min.

Il pane é pronto, fate raffreddare in piedi o su una griglia.

simboli-alimentari-12-e1591481715839 Pane semi-integrale in giornata

Potete optare anche per una cottura in teglia, in ghisa o in vetro (adatta al forno) munita di coperchio. Quindi preriscaldate il forno con la teglia dentro e posizionate poi l’impasto direttamente sulla teglia calda. Fate cuocere i primi 20′ con il coperchio e toglietelo per il resto della cottura.

Il pane si mantiene diversi giorni ma se non riuscite a finirlo in breve tempo potete sempre affettarlo e congelarlo per poi tirarlo fuori all’occorrenza passandolo qualche minuti in forno!

Adori preparare il pane? Allora potrebbe interessarti anche il mio pane veloce o i miei panini alle olive.


Hai provato a realizzare questa ricetta?
Pubblica una foto con l’hashtag #gourmetfaidate su Instagram o su Facebook e taggami (@gourmet.faidate)
Non vedo l’ ora di vedere tutte le vostre creazioni! 

Non vuoi perderti neanche una ricetta? Iscriviti subito alla Newsletter

Ti piace gourmet.faidate? Spargi la voce!