Tartine alla Napoletana

Tartine alla Napoletana

INGREDIENTI:

Fette di pane del giorno prima private della crosta, burro, mozzarella a fette, pomodori in conserva (oppure pomodori freschi), filettini di acciuga sott’olio, parmigiano grattugiato, origano, olio d’oliva.

PREPARAZIONE:

Tostare leggermente in forno le fette di pane spalmate di burro e disposte in una teglia appena unta di olio, tenendo la parte dorata rivolta verso l’altro. Appoggiare su ognuna una fetta di mozzarella, mezzo pomodoro conservato schiacciato con la forchetta (oppure fettine di pomodoro fresco) e due filettini di acciuga. Spruzzare con parmigiano grattugiato e origano, velare con olio d’oliva e passare per pochi minuti in forno caldo.

 

Parliamo di… l’utilizzazione del pane raffermo

Capita spesso di avanzare del pane, che a differenza di tanti altri alimenti non può più essere utilizzato per il giorno dopo, come accompagnamento dei cibi in quanto diventa raffermo. Questi avanzi costituirebbero uno spreco se non ci fosse la possibilità di adoperare ugualmente il pane rimasto in numerose maniere.

Innanzi tutto si provvederà a tenere sempre pronta una piccola scorta di pane grattugiato prezioso per impanare carni o verdure da friggere; per rivestire teglie e tortiere unte di burro, per dare consistenza a farce, ripieni e impasti vari troppo morbidi, per spruzzare la superficie di soufflé e sformati. C’è perfino chi raccomanda di unire un cucchiaio di pane grattugiato al soffritto del risotto, che risulterà così più consistente e saporito.

Con il pane grattugiato e tostato si prepara poi una minestra delicata.

Con il pane raffermo tagliato a fette e abbrustolite si preparano zuppe, tagliato a cubetti regolari che si fanno soffriggere leggermente nel burro spumeggiante o tostare in forno si preparano crostini da servire insieme a creme, insalate e consommé.

Inoltre con il pane raffermo si possono anche preparare budini e torte.

 

Precedente Tartine alle Olive Successivo Tortelli alla Frutta