Pallottoline di Semolino

I Dolci di Carnevale Pallottoline di Semolino

INGREDIENTI PER 10 PERSONE:

Venti grammi di uvetta sultanina, brandy, mezzo litro di latte, stecca di vaniglia, una grossa cucchiaiata di zucchero, quaranta grammi di burro, un pizzico di sale, un etto di semolino, tre uova, la scorza grattugiata di un limone, olio, zucchero a velo.

PREPARAZIONE:

Mettete ad ammollare venti grammi di uvetta sultanina in una tazza con un po’ di brandy. Scaldare mezzo litro di latte nel quale si sarà immersa una stecca di vaniglia. Quando il latte è caldo unirvi una grossa cucchiaiata di zucchero, quaranta grammi di burro e un pizzico di sale; far prendere l’ebollizione, eliminare la vaniglia e versarvi, poco per volta, un etto di semolino sempre mescolando con un cucchiaio di legno perché non si formino grumi; se malgrado la cura si formassero, togliere un momento il recipiente dal fuoco e stemperare i grumi prima di aggiungere altro semolino.

Cuocere la crema per alcuni minuti, sempre mescolando; a cottura ultimata togliere la crema dal fuoco, lasciarla raffreddare quindi incorporarvi un uovo, la scorza grattugiata di un limone, l’uvetta scolata dal brandy.

Mescolare e lasciare riposare l’impasto per una mezz’oretta in modo che diventi elastico.

Aggiungere poi altri due tuorli e due albumi montati a neve.

Mettere al fuoco una padella per i fritti con abbondante olio, quando sarà ben caldo versarvi a cucchiaiate l’impasto e scolarle allorché le frittelline che si saranno formate appaiano dorate.

Scolarle su un piatto coperto da carta gialla perché cedano l’unto eccedente, quindi trasferitele su un piatto di portata coperto da un tovagliolino; cospargerle di zucchero a velo fatto scendere in abbondanza da un setaccino e gustare queste pallottoline subito, mentre sono ancora calde.

Dice la mamma: la stecca di vaniglia si compra dal droghiere ed ha l’aspetto di un lungo baccello bruno)

Tratto da I Mille Menu, anno 1972
Precedente Gonfietti Successivo Spuma di Tonno in Forma

6 commenti su “Pallottoline di Semolino

  1. Sai che non le conoscevo , e curiosa come sono le voglio assolutamente provare. Grazie per le info. Un abbraccio, Daniela.

I commenti sono chiusi.