Tigelle, ricetta regionale

Le tigelle rappresentano un piatto unico tipico della provincia emiliana. Da autentica bolognese, sono molto legata a questo piatto. La ricetta delle tigelle mi è stata donata dalla mia cara amica Manu, modenese doc! Solitamente, le tigelle prevedono l’utilizzo di strutto, ma in questo caso è assente..rendendole leggere e molto più digeribili. Anche la quantità di lievito è minima. Una tira l’altra! i vostri amici le adoreranno! 🙂

Tigelle-ricetta pane e lievitati-golosofiaIngredienti per 30-35 tigelle:

  • 500 gr di farina manitoba,
  • 1 cucchiaino e mezzo di sale,
  • 1 cucchiao e mezzo di olio e.v.o,
  • 1/2 cucchiaino di zucchero,
  • 1/2 cubetto di lievito di birra,
  • 1/2 bicchiere d’acqua a temp.ambiente,
  • 1/2 bicchiere di panna da cucina vegetale,

Procedimento: Sciogliere il lievito in acqua tiepida e impastare con tutti gli altri ingredienti, fino ad ottenere una pasta consistente che non si attacca alle mani. Fare lievitare la palla ottenuta, un’oretta, dentro una terrina coperta da un canovaccio. Stendere poi, la pasta con un mattarello, aiutandosi con un po’ di farina, e quando è abbastanza sottile (ma non troppo) creare le tigelle con un coppa pasta o un bicchiere. Farle lievitare per 40-50 min. affinchè si sollevino, (come in foto).

Tigelle-ricetta pane e lievitati-golosofia

Cuocere le tigelle nella tigelliera, precedentemente riscaldata, facendo attenzione al livello del fuoco! Occorre tenerlo basso per evitare che si brucino, girando spesso la tigelliera durante la cottura. Saranno pronte in 4 min. per lato, quando acquisteranno un bel colore dorato. Una volta cotte, andranno trasferite in un portapane, per mantenerle calde.

Tigelle-ricetta pane e lievitati-golosofiaTagliare le tigelle a metà e farcirle con affettati misti, squaquerone e pesto all’aglio! A fine pasto, è d'”obbligo” farcirle con nutella o marmellata!! davvero libidinoseeeeee..!! 😀

Tigelle-ricetta pane e lievitati-golosofiaConsiglio: se possedete una macchina per il pane, inserite direttamente tutti gli ingredienti utilizzando il programma per la pizza, che prevede solo impasto e lievitazione. E’ molto più comodo e non dovete faticare! 🙂

Per non perdere le mie ricette, seguimi anche su Facebook! CLICCA QUI! Ti aspetto nella mia golosa pagina! 😉

 

 

 

6 Risposte a “Tigelle, ricetta regionale”

  1. Come faccio a dimenticarle!!!!! La tua tiggelliera…..la custidisco…..con affetto….. Son buonissime…….e ho anche la ricetta da te consigliata…..bacioniiii

    1. Eccotiiiiiiiiiiiiiiiii!!!! 😀 ahhhhhh..la tigellieraaaaaaa…….ke ridereee….:P grassieeeeeee di cuoreeee tataaaaa…certooooo!! hai la mia ricettinaa!! una delle prime che mettesti sul blog..^_^ ora c’è anke l’original!! ahahah!! baciiii………..!!!

    1. tesoroooooooooooooooo…!!!!!!!!! grassieeeeeeeee!!!! 😀 ho fameeeee ank’ioo Laudiettaa…:P manca poco alla cenettaa…….e mi attende una parmigiana che ho appena preparato…!! ^_^ un bacioooo grandeeeeee!!!!!!

  2. Ciaooo! !!sono bellissime….ma se non avessi la tigelleria, posso cuocere in padella???

    1. Ciao Silvia!! grazie per il complimento cara..^_^ dunque, puoi provare, ma non ti verrà per nulla la stessa cosa..:( la tigella va cotta nella sua tigelliera..solo così otterrai il prodotto autentico emiliano..se la ordini in Internet, la paghi anche meno rispetto al negozio! un caro saluto!

I commenti sono chiusi.