Branzini al vino

I branzini al vino sono un secondo piatto di pesce dal sapore delicato. La cottura in tegame fa in modo che i branzini restino morbidi e il sughetto che si forma in cottura li rende ancora più appetitosi. Io insaporisco i branzini con una miscela di erbe al sale di Cervia, ma il risultato è assicurato anche con una normale salamoia bolognese o un insaporitore per pesce.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 4 Branzini (300 grammi circa ciascuno)
  • 2 spicchi Aglio
  • 250 ml Vino bianco secco
  • 4 rametti Rosmarino
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. miscela di erbe al sale di Cervia (o salamoia bolognese)
  • q.b. sale grosso

Preparazione

  1. Lavate i branzini, praticate un foro sulla pancia ed eliminate le viscere. Tagliate le pinne.

  2. Mettete all’interno della pancia di ciascun branzino mezzo spicchio d’aglio sbucciato, un rametto di rosmarino e qualche grano di sale grosso.

  3. Ungete il fondo di un tegame capiente con abbondante olio extravergine d’oliva. Sistemate i pesci nel tegame. Condite con abbondante miscela di sale alle erbe o salamoia bolognese. Irrorate con un altro po’ d’olio extravergine d’oliva.

  4. Ponete il tegame sul fuoco vivace. Appena i branzini iniziano a sfrigolare, abbassate la fiamma e bagnate con il vino bianco. Coprite e cuocete i branzini per dieci- quindici minuti a seconda della grandezza.

  5. Servite i branzini caldi accompagnati dal sughetto di cottura.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.