Crea sito

Marmellata di fragole fatta in casa senza pectina | Ricetta facile

Marmellata di fragole fatta in casa senza pectina | Ricetta facile

Siamo nel pieno periodo delle fragole in campagna e quale miglior modo per conservare il loro sapore tutto l’anno se non facendone un’ottima marmellata? (si, lo so… per abitudine la chiamiamo marmellata ma si chiama confettura, la marmellata è solo quella di agrumi… 😀 )

Per fare le marmellate in casa spesso si usa la pectina, la famosa “polvere magica” che fa addensare immediatamente e con poca fatica la polpa di frutta cotta ma, come sicuramente saprete, la pectina è contenuta naturalmente anche nella frutta, in particolare, nei limoni e nelle mele.

La ricetta che vi propongo oggi è molto semplice da ricordare e da preparare e prevede di utilizzare il 50% di zucchero sul totale della frutta per far sì che la marmellata possa conservarsi tutto l’anno senza il rischio di muffe (–> qui trovi la ricetta della marmellata di albicocche senza zucchero e pectina).

Ingredienti:

  • 1 kg di fragole già pulite
  • 500 gr di zucchero
  • 2 limoni biologici (vi serviranno succo e buccia)

Lavate accuratamente le fragole ed eliminate le foglioline verdi.

In una ciotola piuttosto capiente o nella stessa pentola che userete per cuocere la marmellata versate lo zucchero, il succo e la scorza di limone e le fragole tagliate a pezzetti.

Coprite con il coperchio o con pellicola trasparente e fate macerare la frutta in frigorifero per tutta la notte.

Trascorse almeno 10-12 ore ponete la pentola sul fuoco e fate cuocere la vostra marmellata di fragole per circa 1 ora in modo che possa addensarsi al punto giusto. Se, come me, amate le marmellate dalla consistenza liscia e omogenea, trascorsi circa 40 minuti dal bollore, eliminate la scorza dei limoni e frullate il tutto con il frullatore ad immersione. Continuate la cottura per i restanti 20 minuti in modo che la marmellata si rassodi.

Versate la marmellata di fragole ancora calda nei vasetti di vetro già sterilizzati, chiudeteli ermeticamente e capovolgeteli in modo che, raffreddandosi, possa crearsi il sottovuoto.

Una volta freddi, potete etichettare i vostri vasetti e conservarli in dispensa, oppure procedere ad una seconda sterilizzazione. Per la seconda sterilizzazione avvolgete i vasetti in canovacci da cucina e adagiateli sul fondo di una pentola piuttosto capiente, ricoprite con acqua e per completare la sterilizzazione fate trascorrere circa 30 minuti dal bollore.

I vasetti di marmellata si conservano in dispensa per circa un anno, una volta aperti, conservateli in frigorifero e consumateli entro una settimana.

Trovi altre ricette con le fragole –> qui

Per leggere l’elenco completo delle mie ricette clicca qui

2 Risposte a “Marmellata di fragole fatta in casa senza pectina | Ricetta facile”

    1. Si, certo… Mia mamma in questi giorni l’ha rifatta e ha usato il 30% di zucchero (300 gr di zucchero su 1 kg di frutta)… Era comunque buonissima essendo le fragole molto dolci! 🙂 Con meno zucchero, una volta aperto il vasetto, potrebbe conservarsi per meno tempo essendo lo zucchero anche un conservante, ti consiglio di usare vasetti piccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.