Ricettario da Chef in Tour

Linguine al Pesto Genovese

Il Pesto di basilico Genovese ha sicuramente più di 1200 anni!!

la prima ricetta scritta la troviamo nei libri di cucina locali dell’ Ottocento.

Con questa preparazione, ai quei tempi, s’ insaporiva piatti a base di carne bollita e piatti di verdure come il minestrone, patate. Si diffuse e Apprezzata per il tutto Nord D’Italia.

SI presume che la nascita del pesto sia una rivisitazione dell’ agliata.

Chi ebbe l’idea di frantumare/pestare le foglie di basilico all’aglio e noci, ancora oggi non è molto chiaro, MA “mia opinione”, voleva comunicare la fragranza del suo bosco, in Liguria (Italy) ne troviamo sette boschi da escursionismo, in particolare a Genova troviamo il Bosco delle Fate,

Quindi la ricetta pesto di basilico Genovese, è una ricetta Fatata!! 😄😄😃

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàEstate

Ingredienti

1 Spicchietto D’ aglio
40 g pinoli di qualità
100 g Mix formaggi grattugiati
3 Cubetti di ghiaccio
50 g Foglie di basilico
100 ml olio extravergine d’oliva

Strumenti

Frullatori
oppure Mixer Ad immersione

Passaggi

Per il Pesto procedete in questo ordine,

Frullate in mixer ad immersione, ricordo che per tutta la preparazione di muovere la sonda sempre con movimenti dall’alto verso il basso.

Quindi unite i cubetti di ghiaccio, questi sono importanti per mantenere il bel colore verde basilico, uno alla volta insieme a 100 ml d’olio e.v.o, unite 40 gr di pinoli, frullate ancora,

aggiungete 100 gr di mix di formaggi grattugiati a vostra preferenza da non mancare del pecorino, frullate,

Aggiungere le foglie di basilico lavate e asciugate, aggiungetele e portatele al fondo del mixer e mescolatele al composto e poi frullatele velocemente,

ritengo questa operazione importante per cui le lame non vanno a contatto diretto con il basilico ma viene protetto dagli ingredienti precedentemente inseriti.

Non vi resta che calare il fomato di pasta preferita, la tradizione prevede le Linguine, una volta cotta la pasta rigorosamente al dente, scolate, condire fuori dal fuoco ed eventualmente se necessario aggiungere poca acqua di cottura. 💚

si può conservare per non più di 5 giorni in frigo ricoprendo con ulteriore poco olio d’oliva

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.