Pollo arrosto alla sputafuoco

Domani ha inizio la 5 edizione del Pollo Arrosto Day la giornata dedicata agli amatori del pollo arrosto e alla quale quest’anno parteciperò anch’io con la ricetta del mio pollo alla sputafuoco per amanti del piccante.
Se è vero che il pollo arrosto mette tutti d’accordo questo ahimè non è adatto ai bambini ma fende felici gli adulti amanti e abituati al cibo piccante e speziato.
Non sono una grande mangiatrice di carne ma al pollo in generale non so dire di no, figuriamoci a quello arrosto.
Girovagando nel blog troverete diverse ricette che lo vedono protagonista, come il pollo seduto alla birra, le cosce al dragoncello, i bocconcini di pollo e taccole al cedro, gli spiedini grigliati , le spinacine homemade e molte altre.
Questo pollo alla sputafuoco è un’idea che mi balenava in mente da tempo e ho colto l’occasione di questo ormai noto evento per sperimentarla.

Pollo alla sputafuoco
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Porzioni6 cosce di pollo
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaEuropea

Ingredienti

  • 6cosce di pollo
  • 2peperoni rossi
  • 2peperoncini rossi piccanti
  • 2 spicchidi aglio
  • 30 mlaceto di vino rosso
  • 1 cucchiainopaprika piccante affumicata
  • 6cm di radice di zenzero
  • Mezzo cucchiaioorigano secco
  • 1/3 cucchiainocannella in polvere
  • 1/3 cucchiainozucchero
  • q.b.noce moscata
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.pepe nero
  • q.b.patate novelle

Strumenti

  • Teglia ( da forno ) ampia
  • Carta forno
  • Carta assorbente
  • Frullatore / Mixer
  • Cucchiaio
  • Canovaccio
  • Guanti in lattice

Preparazione

  1. Pollo alla sputafuoco

    Lavate i peperoni e asciugateli con un canovaccio.
    Metteteli in una teglia con carta da forno sul fondo e cuoceteli a 220°C in modalità ventilato.
    Ci vorranno all’incirca 25-30 minuti.
    Quando risulteranno morbidi e bruciacchiati sfornateli ed eliminate pelle, semi e filamenti.
    Mettete i peperoni nel mixer, unite i peperoncini tagliati a pezzi, tutte le spezie e un poco di olio extravergine d’oliva.
    Non mettetene molto tutto insieme perché il composto che dovete ottenere dovrà essere grossolano e corposo non liquido altrimenti scivolerà via dalle cosce di pollo.

  2. Lavate e asciugate le cosce di pollo tamponandole con la carta assorbente.
    Depositatele nella teglia, sempre con la carta da forno sul fogno, distanziandole un poco tra di loro.
    Mettete i guati, con un cucchiaio distribuite un po’ di condimento sulle cosce e massaggiatelo bene ovunque.
    Mettetene altro condimento sul fondo della teglia in modo da poggiarci copra le cosce di pollo e infine ricopritele con altro condimento poi bagnatelo con un poco di olio extravergine facendo attenzione a non far scivola via il condimento.
    In caso lo facesse recuperatelo con il cucchiaio e rimettetelo sulle cosce.

  3. Pollo alla sputafuoco

    Cuocete il pollo a 180° ventilato per 1 ora e un quarto a 180°C.
    Dopo 20 minuti di cottura sfornate e mettete nella teglia anche le patate novelle lavate, asciugate e tagliate a metà.
    Completate la cottura del pollo, sfornate e portate in tavola il pollo alla sputafuoco.

Conservazione

Il solo pollo senza le patate può essere conservato in frigorifero per 1 giorno chiuso in un contenitore ermetico.
Le patate vanno invece consumate in giornata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.