Crea sito

Macedonia cocco, ananas e ciliegie

Macedonia cocco, ananas e ciliegie. Il mio amore per le macedonie continua a crescere giorno dopo giorno sopratutto per le macedonie estive, saporite e fresche. La macedonia arlecchina,  la macedonia esotica e ora questa al cocco sono quelle che preferisco e che mi piacciono particolarmente anche come spuntino da spiaggia. A me, che purtroppo bevo poco, sono anche molto utili perché come sappiamo tutta la frutta è composta all’85 % di acqua. Una buona macedonia non solo disseta, rinfresca, soddisfa, sazia e non appesantisce ma essendo ricca di vitamine, minerali e fibre è anche, secondo gli esperti, un vero e proprio toccasana. E poi diciamolo, con tutti i suoi meravigliosi colori una bella macedonia mette proprio allegria! Per questa macedonia ho scelto ananas, cocco, ciliegie e foglioline di menta. Solitamente utilizzo l’ananas fresco ma non ne ho trovati di maturi al punto giusto e per questa macedonia ho utilizzato quello in scatola al naturale.  Nella ricetta vi scrivo comunque come pulire l’ananas fresco. Essendo l’ananas dolce così come anche le ciliegie non ho aggiunto zucchero alla macedonia ma potete a seconda della frutta che userete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna. Io ho utilizzato una noce di cocco intera perché amo berne il succo e prepararci la granita, e anche l’ananas intero ma se volete, potete per praticità e per ridurre il tempo di preparazione, sostituire entrambi con del cocco giù pulito e ananas in scatola al naturale. La macedonia non ne risentirà. Andiamo subito in cucina a prepararla.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1Ananas
  • 250 gCiliegie
  • 1Noce di cocco (o cocco già pulito)
  • Succo di 1 limone
  • 1 cucchiaioZucchero di canna (facoltativo)

Strumenti

  • Coltello
  • Tagliere
  • Canovaccio
  • Scavino

Preparazione

  1. Prendete l’ananas e con un coltello affilato eliminate il ciuffo  e la base all’altra estremità.
    Posizionate l’ananas in verticale e, sempre con il coltello, scorrete lungo le pareti tagliando via la buccia.
    Alla fine di questa operazione rimarranno solo i peduncoli marroni che potrete eliminare con la punta di un pelapatate. Con un levatorsoli, eliminate dal frutto la parte legnosa centrale poi posizionate l’ananas in orizzontale e tagliatelo a fette di circa 1 cm di spessore. Lavate ed asciugate delicatamente le ciliegie, eliminate il picciolo e il nocciolo al’interno. Se non disponete di uno snocciolatore incidete la polpa in quattro spicchi. In questo modo sarà più semplice eliminare il nocciolo senza rovinare le ciliegie.

  2. Passate alla noce di cocco.
    Nella parte superiore vedrete tre occhi, sono la parte più sottile del cocco.
    Con un cavatappi foratene due e fate uscire tutto il liquido all’interno. NON gettate via l’acqua di cocco perché è una bevanda ricca di tanti elementi nutritivi e benefici per la salute e a differenza del frutto ha pochissimi grassi e soltanto 19 kcal per 100 ml.
    Ci si può preparare anche una rinfrescante e gustosa granita. Con un martello e colpetti ben decisi procedete alla rottura della noce di cocco e, sempre con il martello, riducete in parti più piccole i pezzi di cocco più grandi.

  3. Ora staccate la polpa dal guscio con un coltello e sciacquate le fette di cocco ottenute sotto l’acqua corrente. Tagliate le fette a pezzetti. Sciacquate e tamponate con carta assorbente le foglioline di menta. Nelle singole coppette da macedonia riunite le fette di ananas on le ciliegie e i cubetti i cocco. Condite con il succo di limone e se lo gradite un cucchiaio di zucchero di canna. Completate con le foglioline di menta e portate in tavola.

Note

Consigli. Acquistate ananas maturi. Potete riconoscerli dalla buccia che ha sfumature arancioni e dal profumo tipico del frutto. Se l’ananas è sul verde sarà troppo acerbo, se è sul marrone  è sfatto. Se proprio non riuscite a trovarlo al punto giusto di maturazione ripiegate sull’ananas in scatola al naturale. Conservazione. La macedonia va preparata, condita e mangiata. Se vi avanza del cocco potete conservarlo in frigo per 3-4 giorni immerso nella sua acqua o in alternativa in acqua fredda e coperto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.