Crea sito

Le castagnole: dolce di carnevale

Nutro un amore particolare per le castagnole, ricordo mia madre prepararle fin dalla mia infanzia, ogni anno e in abbondanza durante il carnevale. In famiglia erano note le sue castagnole tanto che le sorelle, quando si avvicinava  il carnevale iniziavano a chiederle di prepararne un pò anche per loro.

Ricordo me e i mei cugini allungare di nascosto le mani verso il vassoio che le conteneva e fuggire soddisfatti dopo averne arranfate una manciata.

Quest’anno ho voluto prepararle io, certa che con la sua più che collaudata ricetta sarebbero venute buonissime.

Ne ho fatte di due tipi, le classiche e quelle alla ricotta. I dolci di Carnevale sono davvero buoni e bellissimi con i loro colori allegri e sgargianti! E le Forse perchè per me profumano di ricordi e hanno il sapore dell’allegria, ma non c’è dolce di carnevale che io ami più di queste delicate e golose castagnole.
  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4-6 perosne
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

  • 600 gFarina 00
  • 150 gBurro
  • 250 gZucchero
  • 4Uova
  • 8 gCremore
  • 3 gBicarbonato
  • 1 tazza da caffèRum
  • q.b.Zucchero a velo
  • q.b.Olio di semi di arachide

  1. Fondete il burro a bagnomaria. In una bastarda capiente lavorate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite il burro fuso, il rum e mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno o una spatola in silicone.

  2. Setacciate la farina ed unitela, a pioggia, al composto sempre mescolando. Aggiungete il cremore, il bicarbonato e continuate ad impastare per amalgamare bene il tutto.

  3. Una volta che l’impasto è pronto potete iniziare a dare forma e cuocere le castagnole.

  1. le castagnole

    Mettete a scaldare in un tagamino abbondante olio di semi. Con le mani prelevate dall’impasto dei piccoli pezzi alla volta, dategli la forma di pallina rotolandolo tra le mani. Fate delle palline piccole perchè si gonfieranno in cottura.

  2. Man mano che sono pronte immergete le palline, poche alla volta, nell’olio caldo e, girandole spesso, lasciatele dorare qualche minuto. Quando risulteranno dorate prelevatele con una schiumarola e trasferitele sulla carta assorbente ad asciugarsi dell’olio in eccesso. Continuate in questo modo fino a fine impasto. Ci vuole un pochino di pazienza ma per la bontà di queste castagnole ne vale la pena.

  3. Prima di consumarle spolverizzate le castagnole con abbondante zucchero a velo. Buon carnevale!

Note

Dosi.  Se non avete necessità di preparare molte castagnole potete dimezzare le dosi della ricetta.

Conservazione.  Come tutti i fritti le castagnole vanno consumate in giornata, anche se sono talmente buone che non arrivano neanche a mezza. Qualora dovessero avanzarvi potete conservarle per massimo due giorni in un contenitore con chiusura ermetica.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.