Crea sito

CROCCHE’ DI SPINACI E QUINOA

Oggi ho cucinato delle buonissime crocchette di spinaci e quinoa, una ricetta gluten free per gli amici celiaci. Possono essere servite come antipasto o come secondo piatto a seconda delle esigenze. Io ci ho pranzato insieme ad una bella insalatina al taglio.

Sono molto leggere, saporite e non appesantiscono, inoltre la quinoa è un’ottima fonte di proteine e non fa ingrassare.

Sono semplicissime da preparare e abbastanza veloci, potete accompagnarle con qualsiasi verdura o con pomodorini conditi..

 

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 persone

Ingredienti

  • 150 gQuinoa
  • 40 gparmigiano (grattugiato)
  • 210 gSpinaci freschi (puliti)
  • q.s.Sale fino
  • q.s.Pepe nero
  • q.s.Prezzemolo
  • q.s.Olio di semi

Strumenti

    Preparazione

    1. Le crocché di spinaci e quinoa si preparano in pochissimo tempo.

      Iniziate cuocendo la quinoa seguendo le indicazioni sulla confezione.

      Nel frattempo lavate accuratamente gli spinaci, eliminate la parte che tiene unite le foglie e lavateli di nuovo per eliminare tutti i residui di terra.

      Metteteli in una padella antiaderente con un goccio di olio, coprite con il coperchio e lasciateli cuocere per circa 12 minuti. L’acqua rimasta sulle foglie dopo il lavaggio formerà un leggero vapore che basterà a cuocere gli spinaci.

      In un mixer unite gli spinaci cotti, il parmigiano, una macinata di pepe ( io ho messo il peperoncino a pezzetti) e il prezzemolo sminuzzato. Salate e frullate il tutto.Prelevate delle piccole porzioni di impasto e formate delle polpettine rotonde.

      Scaldate in un tegamino preferibilmente con il fondo alto l’olio di semi e quando risulterà ben caldo immergeteci le crocché. Cuocete all’incirca 5 minuti poi con una schiumarola trasferite su carta da cucina assorbente ad asciugarsi. Mi raccomando fate tutti con molta delicatezza per evitare che si rompano.

      Mettete le crocchè di spinaci e quinoa su un vassoio da portata (se le avete fatte abbastanza piccole potete metterle nei pirottini) e portatele in tavola ancora calde.

      Buon appetito!

    Note

    Variante.

    Se lo preferite, prima di friggerle potete passare le crocchè prima nell’uovo battuto e poi nel pangrattato. In questo modo si formerà la classica panatura che le manterrà più compatte.

    Provate anche le squisitissime ↓

    Polpette di asparagi e mortadella

     

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.