Cipolline sott’olio allo zenzero

Come vi avevo accennato un questa settimana mi sono dedicata alla realizzazione di diverse conserve come questa di cipolline BORRETANE sott’olio.
E la ricetta che Bruna, la vicina di casa, siede a mia nonna quando ero bambina e che lei ha preparato per diversi anni.
Devo dire che è da lei che ho preso la passione di realizzare le conserve in casa e che ogni volta che le preparo mi tornano in mente tanti ricordi.
Ogni anno preparo le melanzane sott’olio, i carciofini, le cipolline sott’aceto, i pomodori secchi, fagiolini sott’olio, e i peperoncini rotondi ripieni.
Quest’anno ho aggiunto anche i fagioli all’uccelletto e le melanzane a fette piccanti.

Ma, tornando alla ricetta di oggi, le cipolline posso dirvi che la procedura è semplice e veloce.
Dopo averle mondate le cipolline vengono sbollentate per qualche minuto, condite con zenzero, cannella e chiodi di garofano, invasettate e ricoperte di olio extravergine d’oliva.
Riuscite già ad immaginare il sapore vero?

Ricordate sempre di sterilizzare vasetti e utensili che utilizzate per realizzare le conserve e di utilizzare tappi e guarnizioni nuove.
Sul sito del ministero della salute trovate nel dettaglio le linee guida per preparare conserve e confetture piena sicurezza..
Ecco la ricetta.

cipolline allo zenzero
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kg di cipolline borretane
  • Mezzo l di aceto di vino bianco
  • q.b.Radice di zenzero (3 cm da grattugiare al momento)
  • 4chiodi di garofano
  • q.b.cannella in polvere
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Strumenti

Preparazione

  1. cipolline allo zenzero

    Mondate le cipolline, lavatele accuratamente sotto l’acqua corrente e asciugatele con un canovaccio pulito.
    Disponete sul piano di lavoro un canovaccio pulito e asciutto.

  2. In una pentola portate ad ebollizione l’aceto, tuffateci le cipolline e lasciatele cuore per 5 minuti.
    Con la schiumarola prelevate le cipolline un poco alla volta e trasferitele sul canovaccio.
    Distanziatele un poco tra di loroe lasciatele asciugate per 1 ora.

  3. Se no lo avete già fatto sterilizzate i vasetti. Quì trovate più tipi di procedura.
    Personalmente sterilizzo, vasetti, pressini e utensili in lavastoviglie prima di iniziare la preparazione e li lascio all’interno fino al momento dell’utilizzo.

  4. In una ciotola condite le cipolline con un pochino di cannella. La quantità varia a seconda dei gusti personali, vi consiglio tuttavia di non metterne in grande quantità.
    Sbucciate lo zenzero e grattugiatelo direttamente sulle cipolline.
    Mescolate delicatamente per distribuire il tutto sulle cipolline.

  5. cipolline allo zenzero

    Iniziate ad invasare le cipolline distribuendole a strati e in modo tale che rimangano meno spazi vuoti possibile tra l’una e l’altra. Pressate delicatamente e riempite il vasetto fino a 1 cm dal bordo.
    In ogni vasetto mettete due chiodi di garofano interi e poi iniziate a riempire con l’olio.
    Battete delicatamente i vasetti sul piano di lavoro per far uscire tutte le bollicine di aria che si sarà formata all’interno dei vasetti.
    Infine adagiate sulle cipolline un pressino per vasetto, con le punte rivolte verso l’alto.
    Premete delicatamente il pressino con un cucchiaino, se non ci sono bollicine di aria potete chiudere con il tappo, se ce ne sono ancora lasciatele scoppiare e poi chiudete.
    Trasferite i vasetti in un posto fresco e buio e lasciate riposare le cipolline allo zenzero per 20 giorni prima di consumarle.

Consumo

Le cipolline possono essere consumate dopo almeno 20 giorni di riposo in un posto fresco e buio. per essere sicuri che rimangano sempre al buio potete avvolgere i vasetti in un foglio di alluminio.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.