Ciambella all’uva fragola

Una torta dall’anima settembrina questa ciambella all’uva fragola. Delicata, soffice, gustosa e anche bellissima da portare in tavola. Per dargli questa specifica forma usato questo stampo. Ottima anche accompagnata dalla crema di pistacchi o cioccolato. Se, in base allo stampo che utilizzate,vi avanza un po’ di impasto potete realizzarci dei muffin.
Non ho resistito alla tentazione di acquistare questa bellissima uva quando me la sono trovata davanti agli occhi.
In un baleno ho pensato a questa ciambella e immaginato di gustarla a colazione con i miei soliti due caffè amari e a merenda con una sfiziosa tisana.
A quel punto non erano più possibili i ripensamenti e il buon proposito ” devo perdere tre chili da oggi evito i dolci” è andato a farsi friggere.
Sono diventata molto golosa in questi ultimi anni, io che non toccavo dolci!
Sarà l’età, saranno i gusti che cambiano col passare del tempo, che cucinandone di più per lavoro ho spesso la tentazione a portata di mano ma oggi il dolce mi tenta tanto, anche se continuo a prediligere il salato.
Vado ancora a pizza alla calabrese, carbonara e pagnotta casareccia con salumi a volontà ma
da quando preparo delizie come questa ciambella che è di una bontà che fa innamorare al primo morso apprezzo ancora apprezzo sempre di più un buon dolce .
Voi siete più da crostata con la panna cotta ai mirtilli, o plumcake salato fichi e gorgonzola? Team dolce o salato?
Mentre ci pensate io vi scrivo la ricetta…

ciambella all'uva fragola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Porzionistampo da 18-20 cm di diametro
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 270 gfarina 00
  • 135 golio di semi di mais (+ 2 cucchiai all’occorrenza)
  • 2uova
  • 135 gzucchero
  • 14 glievito in polvere per dolci
  • 220 gyogurt greco
  • 2 cucchiailatte parzialmente scremato (scarsi)
  • 170 guva fragola
  • 1 pizzicosale

Strumenti

  • 3 Ciotole 2 grandi e 1 piccola
  • Spatola ( in silicone)
  • Frusta
  • Canovaccio
  • Stampo ciambella da 20 cm di diametro
  • Alluminio

Preparazione

  1. ciambella all'uva fragola

    In una delle due ciotole setacciate la farina con il lievito. Unite lo zucchero e un pizzico di sale.
    Mescolate e tenete da parte.
    Nella ciotola piccola versate lo yogurt e il latte mescolate fin quando lo yogurt non risulterà più morbido.
    Nella ciotola rimanente unite le uova e l’olio. Mescolate con la frusta poi, un poco alla volta, unite lo yogurt e continuate a mescolare fin quando il tutto non si sarà amalgamato.

  2. Iniziate ad incorporare due cucchiai alla volta la miscela di farina nel composto di uova e olio e mescolate con la spatola e movimenti dal basso verso l’alto. Quando i primi due cucchiai saranno stati assorbiti continuate con altri due e continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti.
    A questo punto se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto aggiustate con 1- 2 cucchiai in più di olio di semi ma inserendoli uno alla volta.
    Alla fine il composto dovrà risultare morbido ( non liquido) ed omogeneo.

  3. Lavate e asciugate bene l’uva con un canovaccio pulito e asciutto.
    Prendetene ¾, tagliate i chicchi a metà e con delicatezza rimuovete i semini.
    Unite i chicchi al composto e mescolate bene con la spatola sempre con movimenti dal basso verso l’alto.
    Tenete da parte il resto dell’uva.

  4. Imburrate e infarinate perfettamente lo stampo a ciambella.
    Versate il composto all’interno fino a 1cm dal bordo e battetelo un pochino sul piano di lavoro per far si che l’impasto si livelli.
    Tagliate a metà il resto dei chicchi, eliminate i semini e ricoprite la superficie con i chicchi rimasti.

  5. ciambella all'uva fragola

    Cuocete la ciambella in forno statico preriscaldato a 170°C per 35-40 minuti. Quando la superficie inizia a scurirsi troppo copritela con un foglio di alluminio e proseguite la cottura.
    Prima di sfornare fate sempre la prova con il bastoncino.
    Sfornate e lasciate raffreddare per i primi 30 minuti nello stampo poi su una gratella fino al completo raffreddamento.
    La ciambella all’uva fragola è pronta per deliziarvi a colazione, merenda o in qualunque momento della giornata.

Conservazione

La ciambella si conserva sotto campana di vetro per 2-3 giorni.
Può essere congelata già tagliata a fette e riposta nelle apposite bustine facendo attenzione a non sovrapporre o far toccare le fette.

Variante

Potete sostituire l’uva fragola con frutti di bosco misti, mele o pere a cubetti o aggiungere della frutta secca.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.