Avocado: proprietà e benefici

Avocado: proprietà e benefici

Oggi parleremo di un frutto ricco di proprietà nutrizionali alleate della salute:  l’Avocado. 
L’avocado è frutto molto diverso da quelli che abitualmente consumiamo in Italia. E’ meno ricco di acqua e più ricco di grassi ed è per questa ultima proprietà che viene spesso guardato con sospetto e diffidenza specialmente da chi segue  un regime di dieta ipocalorica.
Ma come per ogni altro alimento l’avocado può essere consumato serenamente, tranne per alcuni casi specifici che vedremo più avanti nell’articolo, purché lo si faccia nelle quantità adeguate.
Facciamo intanto un po’ di chiarezza su questo super food dalla consistenza burrosa, utilizzato non solo per preparazioni culinarie di ogni tipo ma anche in cosmetica.
L’avocado come tutti i frutti in generale si ossida a contatto con l’aria.
Per evitare l’ossidazione che gli provoca macchie scure, dopo averlo tagliato deve essere bagnato con del succo di limone e avvolto nella pellicola alimentare.
Io mi trovo molto bene utilizzando un set di accessori che ho acquistato appositamente per la conservazione dell’Avocado. Se può farvi comodo lo trovate quì

avocado proprietà benefici
RoGMa©

Cos’è l’Avocado.
L’avocado è il frutto dell’omonimo albero coltivato principalmente nel centro America.
Ha una forma che può ricordare una pera allungata e che va consumato solamente crudo in quanto la cottura non solo elimina tutte le qualità benefiche del frutto ma gli conferisce anche un sapore amaro sgradevole.
Inoltre è necessario consumarlo solo a maturazione raggiunta altrimenti risulterebbe amaro ed estremamente duro.
Tagliato a metà l’avocado presenta un nocciolo centrale legnoso che se piantato, dopo averlo fatto radicare un un vasetto con acqua che lo ricopre solo parzialmente, può dar vita a nuove piante. 
La buccia, non commestibile, solitamente di colore verde più o meno scuro può presentarsi rugosa o liscia mentre la polpa è grassoccia e povera di acqua.

Come riconoscere un avocado maturo

Un Avocado della giusta maturazione si presenta con una buccia di colore verde scuro omogeneo senza macchie.
Al tatto, esercitando una leggera pressione risulta morbido ma sodo e scuotendolo l’osso all’interno rimane ben fermo e la pelle non si ammacca.
Un Avocado molto chiaro di colore e duro non ha raggiunto la maturazione mentre al contrario uno eccessivamente morbido è fin troppo maturo.
Nel primo caso bisognerà attendere che il frutto maturi nel secondo si potrà utilizzare il frutto per preparazioni che lo richiedono schiacciato o frullato.
E’ possibile acquistare avocado acerbi e lasciarli a temperatura ambiente fino al raggiungimento della giusta maturazione.

Proprietà nutrizionali e calorie

L’avocado è un frutto altamente energetico per via del suo alto contenuto in grassi monoinsaturi, grassi buoni per la salute del cuore.
Il grasso che contiene in maggior quantità è l’acido oleico, per capirci meglio il maggior componete dell’olio d’oliva.

Un avocado intero a seconda del peso può arrivare a 500-600 Kcal è dunque un frutto da non consumare in grandi quantità.
E’ ricco di fibre, Vitamine A B-C-E-K, Potassio e Magnesio.
Sappiamo bene l’importanza delle fibre nell’alimentazione. indispensabili per prevenire problemi di stipsi,  diverticolite, emorroidi e altri problemi anche molto seri al colon.
Regolano inoltre l’assorbimento delle sostanza nutrienti e conferiscono senso di sazietà.
Le vitamine invece contrastano l’azione dei radicali liberi e supportano il sistema immunitario.
Nello specifico la vitamina K ha proprietà antiemorragiche mentre la B contiene Acido folico, elemento consigliato in gravidanza per prevenire la spina bifida.
Magnesio e Potassio sono importanti soprattutto per gli sportivi e in estate per ristabilire l’equilibrio idro-salino dell’organismo perso attraverso la sudorazione.
Vi allego la tabella nutrizionale che ho reperito sul sito sito Viversano.net

Tabella dal sito Viversano.net

Quanto avocado si può mangiare e quando bisogna evitarlo

Ci sono diverse opinioni riguardo alla dose di Avocado da poter consumare giornalmente e vanno dai 50 ai 100 g di polpa.
Personalmente io non ne consumo più di 60 e difficilmente consumo l’avocado tutti i giorni.
Utilizzo queste informazioni per non eccedere quando preparo ricette con l’avocado.

Per capirci meglio: se nel mio toast metterò 100 g di Avocado non me ne farò un problema, ma se ne metterò di più eviterò di mangiarne altro nei giorni successivi e diminuirò o eliminerò per un giorno l’assunzione di olio d’oliva.
Per quanto l’Avocado sia un frutto salutare ci sono casi in cui va assolutamente evitato primi tra tutti i casi di obesità o sovrappeso.

In stato di allattamento è necessario consultare il medico prima di consumarlo in quanto può influire sulla produzione di latte.
E’ inoltre da evitare per chi soffre di allergia al lattice e a frutta e verdura come ad esempio melone, patate , pomodoro, banane, pesche, castagne ecc.
In questi casi si possono avere dolore addominale, crampi e diarrea.

Curiosità
Una delle curiosità simpatiche riguardo l’avocado è l’origine del suo nome.
Le popolazioni native del centro America coltivavano questo frutto fin da prima dell’arrivo di Colombo.
Nella lingua Nahuati parlata dagli Aztechi il termine Aguacate significa “testicolo”.
Gli antichi scelsero questo nome perché ne ricorda la morfologia e anche perché l’avocado nasce e cresce in coppia.

ATTENZIONE
Le informazioni qui riportate non sostituiscono in alcun modo un parere medico trattandosi di indicazioni generali.
Per un corretto consumo dell’ Avocado e una sana e sicura alimentazione è bene affidarsi ai consigli di un nutrizionista o del medico curante.

Qualche ricetta a base di avocado
Hummus di avocado e spinacini
Pizza con avocado salmone affumicato e Citronette al pepe

Noodles con pesto di avocado, pancetta e piselli

Noodles con spinacini, avocado e feta

Avocado toast ai cereali con spinacini e fiordilatte

Bruschetta caprese con avocado e valeriana

Bruschetta con avocado e fiori eduli

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.