Earth overshoot day

L’Earth Overshoot Day, in italiano Giorno dello sovrasfruttamento della Terra, indica il giorno nel quale l’umanità consuma interamente le risorse prodotte dal pianeta nell’intero anno. A fina maggio ho visto una diretta di facebook di una mia amica Michela Poles, una delle componenti importanti di Lerosa, che trattave l’overshoot day, avendo molto a che fare con la stagionalità e col diversamente salato ho voluto approfondire il discorso.

LeRosa è la parte benefit di SeoSpirito Società Benefit srl e nasce con la voglia di contribuire al benessere femminile e del territorio attraverso l’utilizzo di strumenti di diffusione online. Ho fatto questa breve spiegazione perchè sono orgogliosa di farne parte anch’io.

Il Global Footprint Network, associazione no profit che sviluppa strumenti per promuovere la sostenibilità tra cui l’impronta ecologica e la biocapacità, calcola il numero di giorni dell’anno che la biocapacità terrestre riesce a provvedere all’impronta ecologica umana. I giorni rimanenti sono detti overshoot (andare oltre).

Spostamento dovuto anche ai cambi climatici e la Terra sta affrontando una triplice emergenza:

  •  l’atmosfera si sta riscaldando troppo rapidamente perché l’uomo e la natura possano adattarsi;
  • la perdita di habitat fa sì che, secondo le stime, 1 milione di specie sono e saranno a rischio di estinzione;
  • l’inquinamento continua ad avvelenare l’aria, la terra e l’acqua.
Earth Overshoot day

Calcolo della data dell’earth overshoot day

Per sapere quand’è la data confine tra il consumo normale e l’overshoot day dobbiamo avere due grandezze:

  • {\displaystyle BIO} = biocapacità annuale del pianeta Terra;
  • {\displaystyle HEF} = impronta ecologica annuale dell’umanità (misura la domanda di una popolazione di prodotti agricoli e legname, animali di allevamento, pescato, spazio per infrastrutture urbane e foreste che possano assorbire le sue emissioni inquinanti)
  • l’unità di misura di tutte e due le grandezze è l’ettaro globale (gha)

La formula è il rapporto tra BIO e HEF moltiplicati per i giorni in un anno:

EOD=(BIO/HEF) X 365

La cosa migliore è che il rapporto BIO/HEFsia inferiore a 1, ma purtroppo non è così.

Si calcola sia l’EOD mondiale che quello di ogni Stato chiaramente con risultati diversi, risultati dovuti alla storia ed agli usi differenti. Vediamo la differenza del 2021: nel Mondo il giorno di confine è stato il 29 luglio, in Italia il 13 maggio.

Il 5 giugno, giornata mondiale dell’ambiente, hanno stabilito la date dell’EOD a livello mondiale. Sarà il 28 luglio prossimo, e anticipa di un giorno rispetto all’anno scorso, l’Earth overshoot day a livello globale, la giornata in cui il mondo avrà esaurito le risorse naturali che la Terra ci mette a disposizione per quest’anno e cominceremo a sfruttare quelle del 2023.

In Italia l’Earth Overshoot Day è previsto essere il 15 maggio da questo si può capire che l’Italia consuma quanto produce circa nel 36% della durata di un anno. Si può notare che a seguito della pandemia da Covid-19, hanno posticipato la data di quasi un mese rispetto all’anno precedente. Speriamo che le abitudini acquistate nella pandemia non cambino.

Cinque consigli per tardare la data di confine

Per tardare l’overshoot day bisognerebbe:

  1. preferire alimenti a base vegetale– per mangiare in modo vario e rinforzare il legame tra uomo e terra;
  2. acquistare dagli agricoltori locali seguendo la stagionalità – accorciando la catena di approvvigionamento tra produttore e consumatore e sostenendo così l’economia del territorio. Con la destagionalità c’è anche un uso-abuso di congelatori/surgelatori ed un’importazioni di prodotti esteri quando noi nella stagione giusta abbiamo lo stesso prodotto fresco e buono;
  3. scegliere alimenti prodotti con pratiche agricole sostenibili, per aiutare a decarbonizzare il sistema alimentare rispettando gli ecosistemi naturali;
  4. seguire regimi alimentari sani e sostenibili come la Dieta Mediterranea, per fare bene alla nostra salute e a quella del Pianeta;
  5. prevenire le perdite e gli sprechi alimentari: visto che tutto il cibo sprecato in un anno rappresenta circa l’8% delle emissioni annuali di gas a effetto serra.

Pubblicato da giovannaincucina

Sono napoletana, vivo a Formia e dal 2012 mi trovate nel blog giovannaincucina, in questo blog si mangia diversamente salato. Ricette già esistenti, ma personalizzate o ricette create al momento da un'idea o da una curiosità golosa. #diversamentesalato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.