Crea sito

Sa Coccoi prena, ricetta fingerfood sardo

coccoi

Cari lettori,

nel pomeriggio di ieri Lucia, una cara amica di famiglia originaria della Sardegna, è venuta a trovarmi a casa e mi ha insegnato un piatto tipico della sua terra, l’Ogliastra: le Sa Coccoi Prena (prenas), delle fragranti tortine salate con un impasto che ricorda quello della pizza, ma più croccante, e un delizioso ripieno a base di patate, aglio, pecorino e menta che assomiglia molto al ripieno dei Culurgiones sardi (Lucia mi ha anche mostrato la tecnica per richiudere il famoso raviolo sardo è veramente meraviglioso vedere come in pochi secondi la pasta riesca ad assumere forme così belle e perfette).

Come giustamente mi ha ricordato Lucia, le ricette regionali possono variare da zona a zona, o anche da famiglia in famiglia: la ricetta delle Sa Coccoi Prena è comunque diffusa non in tutta la Sardegna, ma solo in alcuni paesi dell’Ogliastra.

Quella che vi propongo è la sua ricetta di famiglia, molto simile a quella descritta nel portale dell’Ogliastra.

INGREDIENTI PER CIRCA 45 Sa Coccoi prenas (di medie dimensioni)

Per la pasta:

700  gr di farina 00

500 gr di semola di grano duro

800 gr di acqua

25 gr di lievito di birra fresco (un cubetto)

25 gr di sale

(eventuali 20 gr di olio extra vergine di oliva per ammorbidire la pasta)

Per il ripieno:

2  kg di patate

400 gr di pecorino sardo stagionato e  grattugiato (in Sardegna di usa un particolare pecorino in salamoi, che però, se non si riesce a reperire, può essere sostituito dal pecorino sardo grattugiato. La quantità del formaggio può variare anche in base al suo grado di sapidità. Si assaggia il ripieno e,  se  non è abbastanza saporito, si aggiunge eventualmente altro formaggio)

1 bicchiere e mezzo di olio extra vergine di oliva

Sale q.b.

Menta fresca tritata q.b.

3 spicchi d’aglio

 

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta per l’involucro esterno impastando le farine col sale e unendo a poco a poco l’acqua (leggermente tiepida) nella quale avrete sciolto il cubetto di lievito. E’ possibile aggiungere anche due cucchiai di olio circa all’impasto.  Far lievitare la pasta per almeno 3 ore, coperta.

Nel frattempo, preparare il ripieno facendo bollire dapprima le patate. Una volta tiepide, schiacciare le patate e condirle con un trito di menta fresca, aglio tritato, olio e pecorino grattugiato. L’impasto dovrà risultare liscio e compatto. Lasciar riposare il ripieno qualche tempo.

Una volta ben lievitato, riprendere l’impasto per l’involucro esterno e stendere delle sfoglie piuttosto sottili. Ricavare dei dischi di pasta di circa 10 centimetri.

DSC_0846

Riempire ogni disco con un cucchiaino di impasto di patate circa e richiudere a stella, pizzicando i bordi della pasta per 8 volte, facendo attenzione a non riempire troppo il cestino di pasta, altrimenti il ripieno potrebbe fuoriuscire, o comunque conferire alla Coccoi prena un aspetto poco aggraziato.

DSC_0855

Preparare tutte le  Coccoi prenas in questo modo e disporle su una teglia foderata con carta forno.

Cuocere per circa 30 minuti a 180 gradi.

Un particolare ringraziamento a Lucia Dessi, originaria di Lanusei, che ha preparato per noi questa fantastica ricetta.

*gelso*

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

2 comments on Sa Coccoi prena, ricetta fingerfood sardo

  1. carolina
    17 aprile 2015 at 5:59 pm (6 anni ago)

    Finalmente vedo ricette di casa mia sui blog non sardi! A casa le facciamo senz’aglio per non essere troppo forti e pesanti da digerire e metà del pecorino (romano o sardo, tanto sono tutti e due prodotti qui) lo sostituiamo con del parmigiano reggiano che gli da più sapore (vista l’assenza dell’aglio).
    PS quando parli delle coccoi prenas puoi omettere il “sa” davanti che è semplicemente l’articolo “la” in italiano.

    Rispondi
    • Gelso
      17 aprile 2015 at 8:42 pm (6 anni ago)

      grazie dei consigli!!! Questa ricetta è di una mia amica sarda che vive a Cuneo, lei lo conosce il sardo, ovviamente, ma io no! 😛 Grazie ancora!!! Cmq sono buonissime!!!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *