Crea sito

Panini all’olio con lievito madre

panini olio

Cari lettori,

come sapete, una volta alla settimana (il giovedì a casa mia) si rinfresca il lievito madre e, di conseguenza, si prepara un bel lievitato, che siano pane, focaccia o brioches.

Ieri ho rinfrescato il mio lievito madre e ho preparato l’impasto per questi deliziosi panini all’olio con lievito madre. Lievitato circa un’ora e mezza, ho poi modellato i panini e lo ho lasciati maturare in frigo, su una teglia con carta forno e coperti da pellicola, per tutta la notte.

Questa mattina li ho tirati fuori dal frigo e li ho fatti lievitare a temperatura ambiente per circa un’ora e mezza.

Spennellati con dell’ottimo olio extra vergine di oliva e conditi con semi di zucca, lino e sesamo, li ho infornati a 230 gradi per i primi 5 minuti, poi a 180 gradi per altri 15 minuti circa, a seconda dei forni.

Con un filo d’olio buono a crudo, cosa c’è di meglio del pane appena sfornato, preparato con i giusti ingredienti e le giuste farine?

Ecco la ricetta!

 

INGREDIENTI PER 10 PANINI

500 gr di farina manitoba (italiana)

300 ml di acqua del rubinetto a temperatura ambiente

150 gr di lievito madre rinfrescato da 3-4 ore

1 cucchiaino abbondante di sale integrale fino

3 cucchiai di olio extra vergine di oliva Cufrol Terre Francescane Spoleto

Semi di zucca, lino e sesamo Nuova Terra

 

PROCEDIMENTO

collage pane olio

Lavorare la farina con il lievito madre e l’acqua a temperatura ambiente, dapprima in una ciotola, poi trasferendo l’impasto su una spianatoia. Potete usare anche una planetaria, o meglio ancora, un’impastatrice con movimento tuffante, per almeno 15-20 minuti.  Aggiungere l’olio e lavorare. Al corso di panificazione tenutosi presso Cucina Casa Delfino di Cuneo, lo chef Fulvio Marengo ha spiegato che l’impasto, sia a mano che in impastatrice, dovrebbe raggiungere una temperatura di massimo 26 gradi, durante la lavorazione. Perché ciò avvenga, occorre lavorare a lungo l’impasto, e permettere alla maglia glutinica di iniziare il suo sviluppo. Il sale va aggiunto alla fine, per non interferire con il lievito.

Mettere a lievitare in una ciotola coperta da un canovaccio, o anche da pellicola trasparente per circa un’ora e mezza.

Modellare dei panini di diverse forme (tonda, a nastrino, allungata) e mettere a lievitare su una teglia con carta forno e coperta da pellicola trasparente in frigorifero, per tutta la notte.

Se si vuole saltare questo passaggio, si può mettere a lievitare i panini a temperatura ambiente fino al raddoppio del loro volume (ci vorrà qualche ora con il lievito madre).

Il mattino seguente, estrarre i panini dal frigo, rimuovere la pellicola e lasciar acclimatare per circa 1-2 ore.

Spennellare con dell’ottimo olio extra vergine di oliva italiano e completare con dei semi a piacere.

Infornare a forno molto caldo (circa 230 gradi) per i primi 5 minuti, poi scendere a 180 gradi per continuare la cottura senza che il pane bruci in superficie.

I tempi di cottura variano in base ai forni e alla dimensione dei panini.

Se non avete a disposizione il lievito madre, potete sostituirlo con 25 gr di lievito di birra. Naturalmente, i tempi di lievitazione si accorceranno considerevolmente.

A cottura ultimata, lasciar raffreddare su una gratella e gustare con salumi, formaggi, o semplicemente un filo d’olio extra vergine di oliva Cufrol Terre Francescane, Spoleto (Umbria), un prodotto d’eccellenza rigorosamente estratto a freddo da olive coltivate in Italia. Per questo pane ho scelto, in particolare, l’olio Cufrol Terre Francescane per verdure e insalate, dal gusto più delicato.

Scegliete sempre olio extra vergine di oliva italiano di qualità per le vostre preparazioni e sostenete i prodotti agroalimentari ITALIANI.

“Non c’è uomo che non possa bere o mangiare, ma sono pochi in grado di capire che cosa abbia sapore”

Confucius (551-479 a.C.)

panini olio (1)

*gelso*

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

2 comments on Panini all’olio con lievito madre

  1. Luciana
    14 giugno 2014 at 6:12 pm (7 anni ago)

    Ciao vorrei provare i tuoi buonissimi panini…il problema è che ho rinfrescato il lievito madre stamattina …come devo comportarmi se i panini voglio farli stasera?rinfresco nuovamente? grazie e complimenti …Luciana

    Rispondi
    • Gelso
      15 giugno 2014 at 2:54 pm (7 anni ago)

      Se hai rinfrescato questa mattina il lievito puoi sempre usarlo, ma sarà meno efficiente. C’è chi lo rinfresca la sera e lo usa di mattina, io non lo faccio mai. Comunque, puoi sempre rinfrescarne una piccola quantità utile per la panificazione! 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *